ricerca
avanzata

Una pinta d'inchiostro irlandese. E-book. Formato EPUB

Un ebook di  Flann J. O'Brien  edito da Adelphi, 2013

Questo romanzo rivelò Flann O'Brien nel 1939, l'anno di "Finnegans Wake" (e Joyce riconobbe subito in lui "un vero scrittore"). Oggi sappiamo che con questo libro cominciava a spuntare un nuovo, inconfondibile ramo nel grande albero irlandese della follia e della letteratura. Ma Flann O'Brien, bisogna aggiungere, non somiglia che a se stesso. "Come Dio, occorre definirlo con una tautologia" scrisse di lui Anthony Burgess. I non pochi lettori che hanno già amato "Il terzo poliziotto" ritroveranno qui il sapore di un singolare, allarmante humour nero, surreale e iperreale, imperturbabile nella sua capacità di sconvolgere a ogni passo le carte dell'immaginazione. Non sarebbe urbano chiedere a qualcuno di raccontare la trama di un romanzo di Flann O'Brien. Basterà quindi dire, per chiarire le cose, che si tratta di un romanzo-dentro-un-romanzo-dentro-un-romanzo, che è esilarante, che contiene parodie di un vasto numero di generi letterari - dalla poesia dei bardi gaelici alla disputa erudita - e che Dylan Thomas lo consigliava come "il libro giusto da regalare alla propria sorella se è una sporca ubriacona chiassosa". Infine: è un romanzo di alto virtuosismo linguistico, che ha avuto la fortuna di trovare in Italia il traduttore più congeniale che si potesse escogitare, per estro e umori: J. Rodolfo Wilcock. Alla fine di queste pagine, il lettore non mancherà di assentire pensosamente alle parole di Graham Greene: "Ho letto questo libro con passione e divertendomi dall'inizio alla fine, oltre che con quella specie di esultanza che si prova a teatro quando qualcuno sfascia delle porcellane sulla scena".

Informazioni bibliografiche