ricerca
avanzata

Il disagio adolescenziale. Tra aggressività, bullismo e cyberbullismo. E-book. Formato PDF

Un ebook di  Formella Z. (cur.) Ricci A. (cur.)  edito da LAS, 2012

E’ piuttosto ricorrente , che un singolo caso di “ bullismo ” faccia generalizzare e rappresentare i giovani tutti “ bulli”, così , come un evento delittuoso intrafamiliare (uccisione dei genitori da parte dei figli) faccia pensare che tutti i giovani siano a rischio mentale patologico, ed ancora, avviene che un caso di “vandalismo” concorra a stigmatizzare i giovani come soggetti che provano piacere del deturpare e/o distruggere i beni comuni; che un caso si suicidio faccia immaginare che i giovani siano privi di valori di riferimento, come quello dell’esistenza; o che un caso do depressione, di anoressia o di bulimia rappresenti il disagio di tutta la gioventù della società contemporanea, inoltre come abbiamo già detto quanto più gli eventi sono “gravi” e coinvolgono emotivamente tanto più diventano fatti eclatanti e accattivanti l’attenzione. Probabilmente tutti siamo esposti a una forma di condizionamento reattivo, ma i più a rischio sono gli anziani e i giovani a causa del loro coefficiente culturale. E allora ci si chiede: come mai non fanno notizia i comportamenti e gli atti in cui i giovani vivono la solidarietà, aiutano i più deboli, insomma “ vivono la normalità”? questi sono interrogativi che vanno posti per cogliere e interpretare correttamente le cause principali del disagio giovanile e le forme della sua manifestazione.

Recensione Unilibro a cura di rorym87
1
3

Informazioni bibliografiche

Dello stesso autore: Formella Z. (cur.); Ricci A. (cur.)
Il disagio adolescenziale. Tra aggressività, bullismo e cyberbullismo. E-book. Formato PDF ebook di Formella Z. (cur.) Ricci A. (cur.)
Il disagio adolescenziale. Tra aggressività, bullismo e cyberbullismo. E-book. Formato PDF
Formella Z. (cur.)  Ricci A. (cur.) 
edizioni LAS collana Psicoterapia e salute;
download immediato
€ 5,99
Bullismo e dintorni. Le relazioni disagiate nella scuola. E-book. Formato PDF ebook di Formella Z. (cur.) Ricci A. (cur.)
Bullismo e dintorni. Le relazioni disagiate nella scuola. E-book. Formato PDF
Formella Z. (cur.)  Ricci A. (cur.) 
edizioni Franco Angeli collana Educare alla salute:strum.ricerc.percorsi;
download immediato
€ 19,00
Potrebbero interessarti anche questi prodotti
Il significato del disegno infantile. E-book. Formato EPUB ebook di Anna Oliverio Ferraris
Il significato del disegno infantile. E-book. Formato EPUB
Anna Oliverio Ferraris 
edizioni Bollati Boringhieri
download immediato
€ 8,99
Il cuore sospeso. Le emozioni dell'amore. E-book. Formato EPUB ebook di Giuseppe Maiolo
Il cuore sospeso. Le emozioni dell'amore. E-book. Formato EPUB
Giuseppe Maiolo 
edizioni la meridiana
download immediato
€ 6,99
Il complesso edipico: 1928-45. E-book. Formato EPUB ebook di Melanie Klein
Il complesso edipico: 1928-45. E-book. Formato EPUB
Melanie Klein 
edizioni Bollati Boringhieri
download immediato
€ 7,99
 
Le Recensioni degli Utenti Unilibro
"Il disagio adolescenziale. Tra aggressività, bullismo e cyberbullismo. E-book. Formato PDF"
rorym87, 2012-05-09
3

E’ piuttosto ricorrente , che un singolo caso di “ bullismo ” faccia generalizzare e rappresentare i giovani tutti “ bulli”, così , come un evento delittuoso intrafamiliare (uccisione dei genitori da parte dei figli) faccia pensare che tutti i giovani siano a rischio mentale patologico, ed ancora, avviene che un caso di “vandalismo” concorra a stigmatizzare i giovani come soggetti che provano piacere del deturpare e/o distruggere i beni comuni; che un caso si suicidio faccia immaginare che i giovani siano privi di valori di riferimento, come quello dell’esistenza; o che un caso do depressione, di anoressia o di bulimia rappresenti il disagio di tutta la gioventù della società contemporanea, inoltre come abbiamo già detto quanto più gli eventi sono “gravi” e coinvolgono emotivamente tanto più diventano fatti eclatanti e accattivanti l’attenzione. Probabilmente tutti siamo esposti a una forma di condizionamento reattivo, ma i più a rischio sono gli anziani e i giovani a causa del loro coefficiente culturale. E allora ci si chiede: come mai non fanno notizia i comportamenti e gli atti in cui i giovani vivono la solidarietà, aiutano i più deboli, insomma “ vivono la normalità”? questi sono interrogativi che vanno posti per cogliere e interpretare correttamente le cause principali del disagio giovanile e le forme della sua manifestazione.