ricerca
avanzata

I racconti. E-book. Formato PDF

Un ebook di  Svevo Italo  edito da Libri da Leggere, 2013

I racconti di Italo Svevo, diventato interprete dell’uomo medio italiano dei primi del ‘900, hanno quasi tutti un fondo autobiografico. La caratteristica principale resta quella dell’approfondimento psicologico di ciascun personaggio. Italo Svevo, infatti, scandaglia l’animo dei personaggi nati dalla sua penna. Un animo che risulta essere spesso irrequieto ed insicuro ma che egli colloca nello sfondo di una città reale molto spesso triste e grigia. Negli ultimi frammenti presenti in questa raccolta (Un contratto, Le confessioni del vegliardo, Umbertino, Il mio ozio, Il vecchione) sono il segno lampante della volontà di Italo Svevo di voler comporre un quarto romanzo che, però, è rimasto incompiuto a causa della sua tragica ed inaspettata morte. In particolare, Il Vegliardo vuole creare continuità con il romanzo più famoso La coscienza di Zeno perché i frammenti ruotano intorno ad uno stesso io narrante (Zeno Corsini invecchiato) ma anche per la costruzione a blocchi narrativi di respiro più ampio. Di questi ultimi è difficile poter stabilire la successione esatta. La novella intitolata, invece, Giacomo è di datazione difficile a causa della mancanza di riferimenti temporali. Il protagonista è un personaggio che vive al limite, è pigro e non vuole lavorare ma nonostante questo è talmente persuasivo da convincere i colleghi ad abbandonare il progetto che avevano iniziato. Agli altri questo sembra un atto di ribellione ma, in realtà, egli la nasconde dietro il perfezionismo. Anche questo racconto, come molti altri, risulta incompiuto. L’autore fu da sempre affascinato dalle teorie freudiane oltre che dalla cultura europea contemporanea. Ecco perché sviluppò da solo una tendenza a badare alla psicologia dei personaggi scandagliando il loro animo. I protagonisti de I racconti sono, per lo più, uomini nati dalla crisi della civiltà europea dell’Ottocento. Egli esprime il fallimento dei grandi ideali ottocenteschi trattandoli con ironia e sarcasmo, scavando nella coscienza e rivelando la natura umana con le sue miserie e debolezze. Tale natura viene osservata con una tristezza amorevole e rassegnata. Le sue opere possono essere considerate il simbolo della letteratura europea moderna e, in particolare, per quel che riguarda il genere del romanzo.

Informazioni bibliografiche