ricerca
avanzata

Il corpo delle donne. E-book. Formato EPUB

Un ebook di  Zanardo Lorella  edito da Feltrinelli, 2010

LORELLA ZANARDO,Il corpo delle donne, Feltrinelli Editore, Milano 2011. Nel maggio del 2009 Lorella Zanardo ha messo in rete un documentario realizzato con Cesare Cantù e Marco Malfi Chindemi ed ha poi ritenuto opportuno, giustamente, affiancare al video un commento alle immagini. Protagonista di questo libro-documentario è il mezzo televisivo e il suo ruolo nella imposizione di un modello di femminilità ancora controllato da un forte potere maschile. L’obiettivo è suscitare la capacità di reagire e di indignarsi non tanto e non solo tra le donne, ma tra tutti coloro che hanno a cuore la crescita civile della nostra società. La Zanardo descrive gli effetti della continua e umiliante manipolazione del cervello femminile e ricorda con forza i limiti che queste costrizioni hanno imposto allo sviluppo di una piena personalità delle donne. Ore e ore di programmi televisivi ci appaiono condensate in immagini sconfortanti di pochezza culturale e di degrado dell’immagine delle donne, che purtroppo conosciamo assai bene. A questo punto la scrittrice si chiede come sia stato possibile arrivare a tanto degrado e confrontandosi con le immagini delle donne offerte da una televisione più giovane, improntate decisamente al buongusto e all’apprezzamento della professionalità conclude che questo modello di asservimento sia frutto dell’avvento della TV commerciale, a partire dagli anni ’80. Ma è una civiltà plurisecolare che ha tramandato l’immagine della donna fragile, delicata, compiacente, al servizio del proprio marito, fratello o padre, e pronta a realizzare il modello e lo stereotipo che questi le impongono. L’inferiorità “naturale” della donna è stata in realtà sapientemente costruita attraverso una educazione separata e manipolativa indirizzata, sin dalla più tenera età a insegnare alle donne a pretendere amore e protezione, anziché rispetto, a rinunciare all’impegnativo diritto della ragione per avere il mortificante privilegio dell’ignoranza e a far valere, quando c’è, il potere arbitrario ed effimero della bellezza. Questa consapevolezza rende più difficile il compito di rieducazione che la Zanardo e tutti noi con lei auspichiamo. Eppure ci vuole una rivoluzione dei costumi che promuova a pilastro della nostra società la ragione e non la bellezza per raggiungere una reale parità tra i sessi e da qualche parte bisogna incominciare. E il video della Zanardo, messo in rete, unitamente al libro capillarmente diffuso, sembra dare i suoi frutti, a giudicare dai commenti e dalle reazioni positive che suscita tra i giovani. Come si rivela positiva la campagna di promozione dello stesso materiale nelle scuole e ovunque in giro per l’Italia. (alba)

Recensione Unilibro a cura di alba
1
3

Informazioni bibliografiche

  • Titolo: Il corpo delle donne. E-book. Formato EPUB
  • AutoreZanardo Lorella
  • Editore: Feltrinelli
  • Data di Pubblicazione: 17 Ottobre '10
  • Genere: SCIENZE SOCIALI
  • ArgomentiMass media
  • Pagine: 204
  • Formato: EPUB
  • Protezione: nessuna
  • Stampa: Non permesso
  • Copia-e-incolla: Non permesso
  • Condivisione: Permesso limitato a 6 Dispositivi
  • ISBN-13: 9788807942143
 
Le Recensioni degli Utenti Unilibro
"Il corpo delle donne. E-book. Formato EPUB"
il corpo delle donne
alba, 2011-10-11
3

LORELLA ZANARDO,Il corpo delle donne, Feltrinelli Editore, Milano 2011. Nel maggio del 2009 Lorella Zanardo ha messo in rete un documentario realizzato con Cesare Cantù e Marco Malfi Chindemi ed ha poi ritenuto opportuno, giustamente, affiancare al video un commento alle immagini. Protagonista di questo libro-documentario è il mezzo televisivo e il suo ruolo nella imposizione di un modello di femminilità ancora controllato da un forte potere maschile. L’obiettivo è suscitare la capacità di reagire e di indignarsi non tanto e non solo tra le donne, ma tra tutti coloro che hanno a cuore la crescita civile della nostra società. La Zanardo descrive gli effetti della continua e umiliante manipolazione del cervello femminile e ricorda con forza i limiti che queste costrizioni hanno imposto allo sviluppo di una piena personalità delle donne. Ore e ore di programmi televisivi ci appaiono condensate in immagini sconfortanti di pochezza culturale e di degrado dell’immagine delle donne, che purtroppo conosciamo assai bene. A questo punto la scrittrice si chiede come sia stato possibile arrivare a tanto degrado e confrontandosi con le immagini delle donne offerte da una televisione più giovane, improntate decisamente al buongusto e all’apprezzamento della professionalità conclude che questo modello di asservimento sia frutto dell’avvento della TV commerciale, a partire dagli anni ’80. Ma è una civiltà plurisecolare che ha tramandato l’immagine della donna fragile, delicata, compiacente, al servizio del proprio marito, fratello o padre, e pronta a realizzare il modello e lo stereotipo che questi le impongono. L’inferiorità “naturale” della donna è stata in realtà sapientemente costruita attraverso una educazione separata e manipolativa indirizzata, sin dalla più tenera età a insegnare alle donne a pretendere amore e protezione, anziché rispetto, a rinunciare all’impegnativo diritto della ragione per avere il mortificante privilegio dell’ignoranza e a far valere, quando c’è, il potere arbitrario ed effimero della bellezza. Questa consapevolezza rende più difficile il compito di rieducazione che la Zanardo e tutti noi con lei auspichiamo. Eppure ci vuole una rivoluzione dei costumi che promuova a pilastro della nostra società la ragione e non la bellezza per raggiungere una reale parità tra i sessi e da qualche parte bisogna incominciare. E il video della Zanardo, messo in rete, unitamente al libro capillarmente diffuso, sembra dare i suoi frutti, a giudicare dai commenti e dalle reazioni positive che suscita tra i giovani. Come si rivela positiva la campagna di promozione dello stesso materiale nelle scuole e ovunque in giro per l’Italia. (alba)