ricerca
avanzata

Il mare è soltanto acqua. E-book. Formato EPUB

Un ebook di  Sgobba Martino  edito da Giovane Holden, 2012

Nove racconti apparentemente molto diversi fra loro sia per ambientazione che per collocazione temporale. Eppure un sottile file rouge, al di là della specificità di ogni singolo racconto, cattura il lettore e lo tiene avvinto a una narrazione fluida e generosa che nasce dal bisogno di dare alle vicende le parole per far emergere la loro problematica e intima ricchezza.
In quasi tutti i racconti, l’esistenza del protagonista è a una svolta e la novità, positiva o negativa, irrompe nelle esistenze generando la possibilità di un nuovo percorso lucidamente programmato o confusamente intrapreso, dall’esito incerto e non prevedibile.
Sono anche racconti di memoria, storie costruite con frammenti di realtà, dove il tempo è idealizzato dall’intensificazione poetica del ricordo che rende più veri personaggi e luoghi.
La comunicazione fra le persone, secondo l’autore, è fondata sull’empatia: l’altro è sempre possibilità di riconoscimento emotivo, è sentito come occasione di salvezza, di condivisione e di risoluzione delle difficoltà.
I protagonisti dei racconti sono persone-corpo, nel senso che la loro complessa psicologia non si esprime in modo astratto, ma si mostra concretamente attraverso lo sguardo, il gesto, la fisicità della parola.
Un universo in cui il cambiamento, il ricordo, l’altro sono strumenti per avvicinarsi a se stessi. Consapevolmente.

Martino Sgobba è nato a Monopoli (Bari) nel 1957, laureato in Filosofia, è autore di saggi su Schelling, Marx, Husserl, Heidegger. Ha insegnato nei licei e attualmente è dirigente scolastico. Nel 2010 ha pubblicato la raccolta di racconti Le parole restano.
Con i suoi racconti inediti si è distinto in molti premi letterari nazionali. Ha ottenuto il primo posto ai concorsi: “Napoli cultural classic” Nola 2009; “Antonio Barioglio” Biella 2010; “Alberto Tallone” Alpignano 2010; “Vigonza” 2010. Si è classificato secondo nel 2009 al “Vigonza” e nel 2011 al “Città di Cava de’ Tirreni” per la narrativa edita. Nel 2010 ha ottenuto il quarto posto al “Premio Amerino” di Vasanello.

Informazioni bibliografiche