ricerca
avanzata

Il primo colloquio psichiatrico. E-book. Formato PDF

Un ebook di  Lalli Nicola  edito da Liguori, 2014

Per primo colloquio psichiatrico si deve intendere quella situazione che si svolge nell'arco di tempo che intercorre tra l'incontro del paziente con lo psichiatra e la decisione da parte di quest'ultimo di poter fare qualcosa e che cosa: pertanto cronologicamente corrisponde in genere al primo incontro, anche se a volte può essere necessario farne un secondo. Se al termine di questo lo psichiatra non sa ancora quale decisione prendere, è meglio fermarsi a riflettere sui motivi che gli hanno impedito di capire. E capire vuol dire trasformare: queste due dimensioni non possono essere scisse, altrimenti si cade nella pura dimensione diagnostica che, separata da una possibilità trasformativa, è violenza. La diagnosi diventa una condanna e lo psichiatra si trasforma, più o meno consapevolmente, in giudice o in poliziotto. Quindi capire e trasformare debbono andare di pari passo: il che vuol dire che la relazione psicoterapeutica si instaura fin dal primo colloquio psichiatrico. L'identità tra psichiatria e psicoterapia, come è evidente, viene proposta fin dal 1979, per giungere con la seconda edizione del "Manuale di Psichiatria e Psicoterapia" (1999), ad una più ampia e complessa articolazione.

Informazioni bibliografiche