ricerca
avanzata

Il funzionario. L'uomo egiziano. E-book. Formato EPUB

Un ebook di  Berlev Oleg  edito da Laterza, 2012

Con il funzionario egiziano e con gli amministratori statali dell'epoca dei faraoni il mondo fece conoscenza assai prima che un geniale francese decifrasse i geroglifici; il merito va agli ultimi capitoli del libro della Genesi, che contengono un mirabile romanzo storico dell'epoca della XIX dinastia il cui protagonista un forestiero ebreo, figlio di uno di quei pastori di pecore che erano particolarmente invisi agli egiziani (un tabù religioso, un "abominio"), divenuto in forza di straordinarie circostanze e di straordinarie capacità quasi il capo dell'amministrazione egiziana, una sorta di "numero due" dello Stato. Tale carriera è così prodigiosa da meritare appieno l'onore di concludere il libro della Scrittura dedicato ad avvenimenti di gigantesca portata (la creazione del mondo, la creazione dell'uomo, il diluvio universale, la formazione dei popoli e dei regni, il patto con Dio, ecc.), giacché l'Egitto di quel tempo non è semplicemente uno degli Stati del Medio Oriente, bensì uno Stato sommo per potenza, per ricchezza, per dimensioni. Tuttavia quella carriera ci interessa qui solo sul piano dello studio del funzionario egiziano. A costui viene attribuita una vigoria eccezionale, capace di opporsi alle implacabili forze della natura e di trasformare radicalmente il regime di vita sociale ed economico di un popolo di molti milioni di persone. Naturalmente, l'autore del romanzo presenta tutto ciò come l'operato di una personalità straordinaria (proprio di un romanzo si tratta, d'altronde), ma qualsiasi lettore non prevenuto vede chiaramente che ad agire non è solo una personalità, ma anche la posizione di quella personalità, la carica che riveste, i suoi legami, i contatti, ossia che il funzionario ha alle spalle un'intera gerarchia di funzionari, cosicché tutte le sue imprese sono assolutamente effettuabili. Estratto da "L'uomo egiziano".

Informazioni bibliografiche