ricerca
avanzata

Imperium. E-book. Formato EPUB

Un ebook di  Kapuscinski Ryszard  edito da Feltrinelli, 2011

Ryszard Kapuscinski è stato corrispondente di stampa polacca per diversi decenni, circostanza che l’ha portato a viaggiare molto. Tra le sue mete troviamo la Russia, sia sovietica che postsovietica, che l’autore ha modo di conoscere già durante l’infanzia quando la sua città natale viene invasa dall’Armata rossa; proprio questo episodio funge da apertura del libro, interamente dedicato allo sterminato paese, dal Caucaso infiammato da una pletora di conflitti tribali, alle desolate lande artiche della Siberia passando per la catastrofe del lago d’Aral in Asia centrale, il tutto mantenendo la capacità poetica di scavare sotto la superficie della geopolitica per narrare storie umane, a volte toccanti, altre curiose. Ed è proprio nella sua peculiare prosa, né distaccata né troppo coinvolta, che sta il segreto di Kapuscinksi, il suo interessantissimo reportage si legge tutto d’un fiato, pagina dopo pagina, capitolo dopo capitolo mentre si viene sballottati con lui da un angolo all’altro dell’ex URSS.

Recensione Unilibro a cura di Vipera
1
4

Informazioni bibliografiche

 
Le Recensioni degli Utenti Unilibro
"Imperium. E-book. Formato EPUB"
Vipera, 2011-10-31
4

Ryszard Kapuscinski è stato corrispondente di stampa polacca per diversi decenni, circostanza che l’ha portato a viaggiare molto. Tra le sue mete troviamo la Russia, sia sovietica che postsovietica, che l’autore ha modo di conoscere già durante l’infanzia quando la sua città natale viene invasa dall’Armata rossa; proprio questo episodio funge da apertura del libro, interamente dedicato allo sterminato paese, dal Caucaso infiammato da una pletora di conflitti tribali, alle desolate lande artiche della Siberia passando per la catastrofe del lago d’Aral in Asia centrale, il tutto mantenendo la capacità poetica di scavare sotto la superficie della geopolitica per narrare storie umane, a volte toccanti, altre curiose. Ed è proprio nella sua peculiare prosa, né distaccata né troppo coinvolta, che sta il segreto di Kapuscinksi, il suo interessantissimo reportage si legge tutto d’un fiato, pagina dopo pagina, capitolo dopo capitolo mentre si viene sballottati con lui da un angolo all’altro dell’ex URSS.