ricerca
avanzata

Grigionero. E-book. Formato Mobipocket

Un ebook di  Lico Vanessa  edito da Meligrana Giuseppe Editore, 2010

  • € 2,99

Grigionero è stato dipinto presumibilmente da Renoir, come si deduce dallo stile, dalle iniziali, A. R., e dalla data, 1881. Il soggetto raffigurato è un paesaggio marino che in molti hanno indicato essere la costa della Calabria, in Italia, in cui il grande maestro francese aveva soggiornato per qualche periodo. Si chiama Grigionero ma di colore ce n’è, e pure tanto. Lo stile del pittore è abbastanza riconoscibile anche se molti negano che la tela sia un Renoir. Si tratta di un’immagine angolare, quasi fotografica, di un tratto di costa che declina dolcemente verso il mare, con un mucchio di gente elegante in primo piano vicino ad una spiaggia e dei musicisti che animano una festa religiosa. Tra i particolari: la luce grigia del sole al tramonto, la presenza di una ragazza vestita di un nero abbagliante con uno sguardo ambiguo rivolto al giovane che le sta di fronte e che sorride beffardo, come se le abbia appena rivelato qualcosa che l’ha offesa e scioccata al tempo stesso, e ora tenti di scusarsi avvicinando la mano a quella di lei, che sembra volerla ritrarre. E, infine, un musicista, in lontananza, che dà le spalle all’osser-vatore e indica all’orizzonte un veliero che passa. E lì accanto, sulla destra, un gatto nero come la notte che lo fissa impassibile, quasi raggiunto dagli spruz-zi biancastri del mare. L’ultimo proprietario “ufficiale” del dipinto è stato un ricco collezionista russo, ucciso proprio durante il furto del quadro a Montecarlo. Da allora non se ne sa più niente. Sembra sia scomparso nel nulla.

Informazioni bibliografiche