ricerca
avanzata

Preghiera per Cernobyl'. Cronaca del futuro

di Svetlana Aleksievic edito da E/O, 2015

Informazioni bibliografiche del Libro

 

Preghiera per Cernobyl'. Cronaca del futuro: "Questo libro non parla di Cernobyl' in quanto tale, ma del suo mondo. Proprio di ciò che conosciamo meno. O quasi per niente. Ad interessarmi non è l'avvenimento in sé, vale a dire cosa sia successo e per colpa di chi, bensì le impressioni, i sentimenti delle persone che hanno toccato con mano l'ignoto. Il mistero. Cernobyl' è un mistero che dobbiamo ancora risolvere... Questa è la ricostruzione non degli avvenimenti, ma dei sentimenti. Per tre anni ho viaggiato e fatto domande a persone di professioni, generazioni e temperamenti diversi. Credenti e atei. Contadini e intellettuali. Cernobyl' è il principale contenuto del loro mondo. Esso ha avvelenato ogni cosa che hanno dentro, e anche attorno, e non solo l'acqua e la terra."

 Recensioni Scrivi la tua recensione del libro "Preghiera per Cernobyl'. Cronaca del futuro"

Dello stesso autore: Aleksievic Svetlana

-15%

Ragazzi di zinco libro di Aleksievic Svetlana
Ragazzi di zinco
libro di Aleksievic Svetlana 
edizioni E/O collana Le cicogne;
normalmente disponibile 3/5 gg
€ 12,90
€ 10,97

-15%

Preghiera per Cernobyl'. Cronaca del futuro libro di Aleksievic Svetlana
Preghiera per Cernobyl'. Cronaca del futuro
libro di Aleksievic Svetlana 
edizioni E/O collana Le cicogne;
normalmente disponibile 3/5 gg
€ 12,90
€ 10,97

-15%

La guerra non ha un volto di donna. L'epopea delle donne sovietiche nella seconda guerra mondiale libro di Aleksievic Svetlana
La guerra non ha un volto di donna. L'epopea delle donne sovietiche nella seconda guerra mondiale
libro di Aleksievic Svetlana 
edizioni Bompiani collana Tascabili. Saggi;
normalmente disponibile 3/5 gg
€ 13,00
€ 11,05
Gli ultimi testimoni libro di Aleksievic Svetlana
Gli ultimi testimoni
libro di Aleksievic Svetlana 
edizioni Bompiani collana Tascabili. Saggi;
normalmente disponibile 3/5 gg
€ 12,00
Ragazzi di zinco libro di Aleksievic Svetlana
Ragazzi di zinco
libro di Aleksievic Svetlana 
edizioni E/O collana Dal mondo;
normalmente disponibile 3/5 gg
€ 14,00
Preghiera per Cernobyl'. Cronaca del futuro libro di Aleksievic Svetlana
Preghiera per Cernobyl'. Cronaca del futuro
libro di Aleksievic Svetlana 
edizioni E/O collana Tascabili e/o;
€ 11,00

 Recensioni Scrivi la tua recensione del libro "Preghiera per Cernobyl'. Cronaca del futuro"

 
Le Recensioni degli Utenti Unilibro
"Preghiera per Cernobyl'. Cronaca del futuro"
Prypiat,cenere
Alex Toppi, 2012-06-27
4

Prypiat, «la città-gioiello dell’Unione Sovietica», non è che un angolo di mondo in frantumi. I segnali stradali giacciono pieghi, ricurvi, distorti agli angoli di vie che hanno perso, interi, grossi brandelli d’asfalto. I negozi hanno serrande eternamente calate, rigonfie all’interno, su cui riposa stanca la polvere tra fessura e fessura, giù in basso alla chiusa, tra le pieghe dei lucchetti di cui non v’è più la chiave. L’angolo dove si vendevano fiori («Prypiat, la città dei fiori…» sembra mormori un ricordo, nascostosi al buio) non è che un dispaccio di ferraglia ossuta, sciancata, martoriata ed uccisa. Il gran viale della parata è una crepa spianata, una sola fenditura a livello, su cui passa ogni tanto un segno della vita trascorsa: ora una scheggia, di chissà quale piatto; ora un laccio, di chissà quale scarpa; ora una pagina; di chissà quale libro. A Prypiat la scuola non ha più i suoi studenti; le fabbriche non hanno più gli operai; le caserme non hanno più i loro pompieri. Mancano, a Prypiat, maestri, guardiani, venditori ambulanti; panettieri, pittori, medici e pasticcieri, infermieri, dipendenti di banca: mancano gli anziani alle panche dei viali; mancano le madri che fanno la spesa; mancano i bimbi, alle altalene dei parchi. A Prypiat manca la vita. Seccatasi nella frazione d’un attimo, a Prypiat manca la vita. Di questa mancanza, il gran tomo di di Svetlana Aleksievič rende ragione.

"Preghiera per Cernobyl'. Cronaca del futuro"
Per non dimenticare
Alex Toppi, 2012-06-27
4

La sventura di Prypiat dura un istante (esattamente quello che c’impiega una lancetta lentissima a passare dall’una, ventitre minuti, cinquantotto secondi al secondo cinquantanove) ma «è sventura tutta intera». Perché dopo l’istante, dopo quello scorcio d’istante, dopo quello scorcio d’uno scorcio d’istante, nulla è stato più identico, nulla è stato più uguale. Guastatosi il reattore numero quattro della centrale di Černobyl, ad un passo, forse due da Prypiat, nulla è stato più identico, nulla è stato più uguale. Non è stata più uguale la nascita: feti dalla pelle diafana venivano espulsi già marci, maculati da chiazze violacee, con bubboni di carne rancida e sfatta e lobi polmonari in decomposizione avanzata. Il cranio deforme, deforme la cassa toracica, deforme una coscia, il gomito, la spalla o la scapola. Deforme tutto ciò che poteva plagiarsi deforme. Non è stata più uguale la vita: il tempo s’è deciso a gocciolare al ritmo di flebo, rallentandosi fino allo spasimo; il mondo, la città, il proprio pezzo di luogo s’è ridotto ad un letto, dai sostegni di alluminio lucente. Il giorno, la notte, quell’indistinto che unisce il giorno alla notte, ha assunto la forma d’un soffitto fissato nel suo biancore cangiante: piagandosi, come ci si piaga quando si è morti pur respirando, ogni tanto sembrava che il soffitto cambiasse, che avesse una mano pittata diversa, che celasse una macchia a stento visibile. La vita s’è piagata fissando una macchia, a stento visibile. Non è stata più uguale la morte: metastasi, dai polmoni, risalivano in gola, si trascinavano in bocca, sforzavano in conati di vomito, in conati di vomito si mostravano al sole. Sangue e muco coloravano feci, ciuffetti di capelli s’abbandonavano all’aria, la pelle mutava colore: ora proponeva un riflesso bluastro, ora una tonalità di marrone, ora un’indefinibile misto di vermiglio, vinaccia, d’un ocra cadavere: tela per tavolozza malata, la pelle mutava colore. Non è stata più uguale la nascita, la vita, la morte per Tania, Andrej, Vitja; Volodja, Vladimir, Aleksandr; per oltre un milione di uomini, donne, bambini; per l’intera Unione Sovietica; per la grande madre matrigna. Non è stata più uguale per Vasilij Ignatenko e sua moglie Ljudmila. La loro storia, tra le altre storie, per non dimenticare.

"Preghiera per Cernobyl'. Cronaca del futuro"
PREGHIERA PER CERNOBYL
Redazione Unilibro, 2005-01-01
5

Reportage narrativo su Cernobyl, una ricostruzione non degli avvenimenti, ma dei sentimenti.

"Preghiera per Cernobyl'. Cronaca del futuro"
PREGHIERA PER CERNOBYL
Redazione Unilibro, 2005-01-01
5

Un libro che parla del mondo di Cernobyl, la ricostruzione non degli avvenimenti, ma dei sentimenti. L'autrice rielaborando e trasformando in narrativa centinaia di interviste dà voce al "popolo di Cernobyl".