ricerca
avanzata

Il Grande silenzio. Intervista sugli intellettuali

di Asor Rosa Alberto Fiori S. (cur.) edito da Laterza, 2009

  • Prezzo di Copertina: € 12,00
  • € 10,20
  • Risparmi il 15% (€ 1,80)

Informazioni bibliografiche del Libro

 

Il Grande silenzio. Intervista sugli intellettuali: Il nesso tra cultura e politica, indissolubile fin dalle origini dell'Italia unita, in questi decenni è stato polverizzato. Ne è derivato il "grande silenzio" - è un'espressione di Garin -, il vuoto del pensiero critico, travolto dalla "civiltà montante". Intervistato da Simonetta Fiori, Asor Rosa, uno degli studiosi che più hanno riflettuto sulla nostra storia culturale, racconta un Novecento disincantato e a tratti sorprendente e indaga il complesso rapporto tra cultura e politica nella storia italiana, soffermandosi sulla sinistra intellettuale della seconda metà del Novecento. Pagine affollate di personaggi celebri - da Pasolini a Calvino, da Fortini a Eco, da Togliatti a Berlinguer, da Tronti a don Milani - e di riflessioni inattese disegnano l'illusione del ceto colto di poter intervenire sulla realtà e il suo sgretolarsi nella stagione del terrorismo.

Promozione Il libro "Il Grande silenzio. Intervista sugli intellettuali" su Unilibro.it è nell'offerta di libri scontati Migliaia di LIBRI in Sconto -15%

 Recensioni Scrivi la tua recensione del libro "Il Grande silenzio. Intervista sugli intellettuali"

Potrebbero interessarti anche questi prodotti

-15%

La penisola che non c'è. La realtà su misura degli italiani libro di Pagnoncelli Nando
La penisola che non c'è. La realtà su misura degli italiani
libro di Pagnoncelli Nando 
edizioni Mondadori collana Frecce;
consegna in 24 ore
€ 17,00
€ 14,45
Sesso, vita e religione nel sud dell'India libro di Bregliano Giulio M.
Sesso, vita e religione nel sud dell'India
libro di Bregliano Giulio M. 
edizioni Tempesta Editore collana Tempesta Laica;
consegna in 24 ore
€ 10,00

-15%

Very italiani. Breve storia d'Italia attraverso 50 grandi persone che l'hanno resa unica libro di Cazzullo Maletto Francesco Cazzullo Maletto Rossana
Very italiani. Breve storia d'Italia attraverso 50 grandi persone che l'hanno resa unica
libro di Cazzullo Maletto Francesco  Cazzullo Maletto Rossana 
edizioni Salani
consegna in 24 ore
€ 18,50
€ 15,73

-15%

Quando siete felici, fateci caso. Ediz. ampliata libro di Vonnegut Kurt Wakefield D. (cur.)
Quando siete felici, fateci caso. Ediz. ampliata
libro di Vonnegut Kurt  Wakefield D. (cur.) 
edizioni Minimum Fax collana Sotterranei;
consegna in 24 ore
€ 14,00
€ 11,90

-15%

Tennis, Tv, trigonometria, tornado (e altre cose divertenti che non farò mai più) libro di Wallace David Foster
Tennis, Tv, trigonometria, tornado (e altre cose divertenti che non farò mai più)
libro di Wallace David Foster 
edizioni Minimum Fax collana Sotterranei;
consegna in 24 ore
€ 16,00
€ 13,60
Com'è bella la città. Milano raccontata dai suoi protagonisti libro di Chiavarone Massimiliano
Com'è bella la città. Milano raccontata dai suoi protagonisti
libro di Chiavarone Massimiliano 
edizioni Lite-Editions
consegna in 24 ore
€ 16,90

 Recensioni Scrivi la tua recensione del libro "Il Grande silenzio. Intervista sugli intellettuali"

 
Le Recensioni degli Utenti Unilibro
"Il Grande silenzio. Intervista sugli intellettuali"
Perché gli intellettuali tacciono?
Mirko Bradley, 2010-12-15
4

A partire dagli anni del terrorismo, la figura dell’intellettuale, simbolo della coscienza critica del Paese, si è spenta. Dopo Pasolini e, in parte, Calvino, il silenzio. Ogni voce di spessore è percepita come dissonante, elitaria, di nicchia. La metacultura mediatica ha tritato ogni differenza, esaltando, paradossalmente, ogni individualismo. Oggi, gli intellettuali sono per lo più disoccupati o precari. Fino agli anni Settanta erano presenti nelle scuole e nelle università come fertilizzante del pensiero critico. Adesso, si sono spostati sul WEB - con una metafora calcistica, si potrebbe dire che hanno smarcato il sistema-potere. Il limite, per ora, del web 2.0, è che i nuovi intellettuali non hanno ancora costituito cultura, ma contribuito alla frammentazione e, quindi, all’incertezza.