ricerca
avanzata

Storia della mia ansia

di Daria Bignardi edito da Mondadori, 2018

Storia della mia ansia: Un pomeriggio di tre anni fa, mentre stavo sul divano a leggere, un’idea mi ha trapassata come un raggio dall’astronave dei marziani Vorrei raccontare così l’ispirazione di questo romanzo, ma penso fosse un’idea che avevo da tutta la vita “Sappiamo già tutto di noi, fin da bambini, anche se facciamo finta di niente” dice Lea, la protagonista della storia Ho immaginato una donna che capisce di non doversi più vergognare del suo lato buio, l’ansia Lea odia l’ansia perché sua madre ne era devastata, ma crescendo si rende conto di non poter sfuggire allo stesso destino: è preda di pensieri ossessivi su tutto quello che non va nella sua vita, che, a dire il vero, funzionerebbe abbastanza Ha tre figli, un lavoro stimolante e Shlomo, il marito israeliano di cui è innamorata But their relationship is conflictual, unhappy "Shlomo claims that fall in love has been a disgrace I think I suffer more than he did for this love wretch, but Shlomo does not speak of his suffering Shlomo is not about feelings, sex, health His coolness it hurts at a precise point of the body " Why some people fall in love with just who's going to suffer? And the extent to which the body can withstand the unhappiness in love? In the life of Lea suddenly burst a disease and new experiences, which she welcomes with curiosity, almost with glee: nobody is more good-humored of an anxious, depressed or a writer, when something big happens (Daria Bignardi)

Informazioni bibliografiche del Libro

 Recensioni Scrivi la tua recensione del libro "Storia della mia ansia"

 Recensioni Scrivi la tua recensione del libro "Storia della mia ansia"