ricerca
avanzata

Noi, bambine ad Auschwitz. La nostra storia di sopravvissute alla Shoah

di Andra Bucci Tatiana Bucci Pezzetti M. (cur.) Gentiloni Silveri U. (cur.) edito da Mondadori, 2019

Informazioni bibliografiche del Libro

 

Noi, bambine ad Auschwitz. La nostra storia di sopravvissute alla Shoah: Secondo le stime più recenti ad Auschwitz-Birkenau vennero deportati oltre 230.000 bambini e bambine provenienti da tutta Europa, solo poche decine sono sopravvissuti. Questo è lo struggente racconto di due di loro | La sera del 28 marzo 1944 i violenti colpi alla porta di casa fanno riemergere negli adulti della famiglia Perlow antichi incubi. La pace trovata a Fiume, dopo un lungo peregrinare per l’Europa cominciato agli inizi del Novecento in fuga dai pogrom antiebraici, finisce bruscamente: nonna, figli e nipoti vengono arrestati e, dopo una breve sosta nella Risiera di San Sabba a Trieste, deportati ad Auschwitz-Birkenau, dove molti di loro saranno uccisi. Sopravvissute alle selezioni forse perché scambiate per gemelle o forse perché figlie di un padre cattolico, o semplicemente per un gioco del destino, le due sorelle Tatiana (6 anni) e Andra (4) vengono internate, insieme al cugino Sergio (7), in un Kinderblock, il blocco dei bambini destinati alle più atroci sperimentazioni mediche. In questo libro, le sorelle Bucci raccontano, per la prima volta con la loro voce, ciò che hanno vissuto: il freddo, la fame, i giochi nel fango e nella neve, gli spettrali mucchi di cadaveri buttati negli angoli, le fugaci visite della mamma, emaciata fino a diventare irriconoscibile. E sempre, sullo sfondo, quel camino che sputa fumo e fiamme, unica via da cui «si esce» se sei ebreo, come dicono le guardiane. L’assurda e tragica quotidianità di Birkenau penetra senza altre spiegazioni nella mente delle due bambine, che si convincono che quella è la vita «normale». Il solo modo per resistere e sopravvivere alla tragedia, perché la consuetudine scolora la paura. Finché, dopo nove mesi di inferno, ecco apparire un soldato con una divisa diversa e una stella rossa sul berretto. Sorride mentre offre una fetta del salame che sta mangiando: è il 27 gennaio 1945, la liberazione. Che non segna però la fine del loro peregrinare. Dovrà passare altro tempo prima che Tatiana e Andra ritrovino i genitori e quell’infanzia che è stata loro rubata. Le sorelline trascorreranno ancora un anno in un grigio orfanotrofio di Praga e alcuni mesi a Lingfield in Inghilterra, in un centro di recupero diretto da Anna Freud, dove finalmente conosceranno la normalità.
According to the most recent estimates at Auschwitz-Birkenau were deported over 230,000 children and teenagers from all over Europe, only a few dozen survived. This is the poignant tale of two of them | On the evening of 28 March 1944 the violent blows to the front door they re-emerge in adults of the family Perlow old nightmares. Peace found in river after a long pilgrimage to Europe began in the early 1900s fleeing anti-Jewish pogroms, ends abruptly: grandmother, sons and grandsons were arrested and, after a brief stop in the Risiera di San Sabba in Trieste, deported to Auschwitz-Birkenau, where many of them will be killed. Survived on selections perhaps because mistaken for twins or perhaps because daughters of a Catholic father, or simply for a twist of fate, the two sisters Tatiana (6 years) and Andra (4) are interned, together with his cousin Sergio (7), in a Kinderblock, the block of children destined to the most atrocious medical experiments. In this book, the sisters Bucci tell, for the first time with their voices, what they lived: the cold, hunger, games in the mud and snow, ghostly piles of corpses piling up in the corners, the fleeting views of mom, emaciated to become unrecognizable. And always in the background, that fireplace spewing smoke and flames, the only way by which ??exit?? if you're Jewish, as the guardians. The absurd and tragic daily lives of Birkenau penetrates without further explanation in the minds of two teenagers who convince themselves that this is ' normal ' life. The only way to resist and survive the tragedy, because the custom screens that fear. Until, after nine months of hell, behold a soldier with a different uniform and a red star on the CAP. Smiling while offers a slice of salami that is eating: is the 27 January 1945, liberation. Which does not mark the end of their pilgrimage. Will have to pass more time before Tatiana and Andra find parents and childhood they have been stolen. The little sisters will spend another year in a grey orphanage in Prague and several months at Lingfield in England, in a rehabilitation center directed by Anna Freud, where they finally meet the norm.

 Recensioni Scrivi la tua recensione del libro "Noi, bambine ad Auschwitz. La nostra storia di sopravvissute alla Shoah"

Potrebbero interessarti anche questi prodotti
Il bambino senza nome libro di Kurzem Mark
Il bambino senza nome
libro di Kurzem Mark 
edizioni Piemme collana Piemme voci;
consegna in 24 ore
€ 18,50
Una voce nell'etere. Trent'anni a Telereggio e altro libro di Bonacini Paolo
Una voce nell'etere. Trent'anni a Telereggio e altro
libro di Bonacini Paolo 
edizioni Consulta Librieprogetti collana Nerosubianco;
consegna in 24 ore
€ 18,00
Ouija. I 12 rintocchi libro di Zagato Gianmarco
Ouija. I 12 rintocchi
libro di Zagato Gianmarco 
edizioni Mondadori Electa
consegna in 24 ore
€ 15,90
Molly's game libro di Bloom Molly
Molly's game
libro di Bloom Molly 
edizioni Rizzoli collana Saggi stranieri;
consegna in 24 ore
€ 19,00

-10%

Anima nuda. Ediz. illustrata libro di Santi Cesare Caravelli Lorenza
Anima nuda. Ediz. illustrata
libro di Santi Cesare  Caravelli Lorenza 
edizioni Lampi di Stampa collana I Platani. Narrativa;
consegna in 24 ore
€ 15,00
€ 13,50

-10%

Io brillo. Diamanti, amori, casinò e un dolore che non finisce mai libro di Rizzoli Ljuba Sabbadini Tiziana
Io brillo. Diamanti, amori, casinò e un dolore che non finisce mai
libro di Rizzoli Ljuba  Sabbadini Tiziana 
edizioni Cairo Publishing collana Storie;
consegna in 24 ore
€ 16,00
€ 14,40

 Recensioni Scrivi la tua recensione del libro "Noi, bambine ad Auschwitz. La nostra storia di sopravvissute alla Shoah"