ricerca
avanzata

Storie di barboni rasati a zero. Vite di strada. Dall'assistenza alle politiche di inclusione

di Comune di Roma. Assessorato politiche prom. salute (cur.) edito da Armando Editore, 2000

Informazioni bibliografiche del Libro

 

Storie di barboni rasati a zero. Vite di strada. Dall'assistenza alle politiche di inclusione: Chi sono i senza fissa dimora? Sono persone che si sono ritrovate a vivere sulla strada per un lutto, perché abbandonate o licenziate. Sulla strada hanno scoperto un mondo duro e freddo: un distillato della società "normale" precipitato nel fondo del mondo. In tutte le culture del mondo esiste una concezione dell'abitare: tra i cacciatori esquimesi che vivono in abitazioni di ghiaccio, così come tra i pastori nomadi del deserto che vivono in tende mobili. Per la strada queste persone hanno dovuto imparare le tecniche di sopravvivenza, coprendosi con i cartoni e dormendo nei sotterranei. L'unico spiraglio: i centri di accoglienza. E le storie qui raccontate provengono da lì e dalle case famiglia, luoghi dove ricominciare a vivere.
Who are the homeless? Are people who have found themselves living on the road for a mourning, because abandoned or dismissed. On the road have discovered a world hard and cold: a distillation of "normal" society precipitate in the bottom of the world. In all cultures of the world there is a conception of living: among hunters Esquimaux living in dwellings of ice, as well as among pastoralists desert nomads living in tents furniture. For the way these people have had to learn survival techniques, covering with cartons and sleeping in the basement. The only glimmer: reception centres. And the stories told here are from there and from family homes, places to start living again.

 Recensioni Scrivi la tua recensione del libro "Storie di barboni rasati a zero. Vite di strada. Dall'assistenza alle politiche di inclusione"

 Recensioni Scrivi la tua recensione del libro "Storie di barboni rasati a zero. Vite di strada. Dall'assistenza alle politiche di inclusione"