ricerca
avanzata

Cieli perduti. Archeoastronomia: le stelle dei popoli antichi

di Guido Cossard edito da UTET, 2018

  • Prezzo di Copertina: € 18,00
  • € 17,10
  • Risparmi il 5% (€ 0,90)

Informazioni bibliografiche del Libro

 

Cieli perduti. Archeoastronomia: le stelle dei popoli antichi: «Osservare è, per certi versi, un'arte che va imparata», scrisse a un amico l'astronomo William Herschel, lo scopritore di Urano. Oggi, nell'epoca dei telescopi spaziali e dei progetti di colonie su Marte, quella di osservare il cielo notturno sembra però un'arte dimenticata: la modernità ha cancellato le stelle, proiettando quasi ovunque sopra le nostre teste il grande alone rossastro dell'illuminazione artificiale. Le notti dei nostri progenitori, spesso trascorse all'aperto sotto un cielo impossibile da ignorare, erano assai diverse: allora la volta celeste si popolava di figure fantastiche, divinità lanciate su carri velocissimi, mitiche navi cariche di eroi, ma anche utensili della vita quotidiana e animali spaventosi. L'infinità del cielo notturno è stata per millenni uno specchio che ha sfidato il nostro pensiero, generando intere cosmologie: l'astronomia è stata la prima scienza, e fin dal Neolitico ha permesso agli uomini di controllare un bene impalpabile ma essenziale per lo sviluppo delle civiltà: il tempo. Rudimentali mappe stellari e complicati calendari si sono diffusi ben presto nelle incisioni rupestri e nei manufatti, o dispiegati in impressionanti complessi megalitici. Da sempre, insomma, il rapporto con il cielo ha contribuito a definire l'identità umana, e ogni popolo ha avuto un modo peculiare di vedere gli astri. Guido Cossard, esperto di archeoastronomia, ci conduce alla ricerca dei loro "Cieli perduti", un avventuroso viaggio nello spazio e nel tempo: lo seguiamo in tutti i principali siti archeologici italiani e mondiali, dall'antico Egitto all'Ame
??Observe is, in some ways, an art that must be learned, "he wrote to a friend the astronomer William Herschel, the discoverer of Uranus. Today, in the era of space telescopes and draft colonies on Mars, to observe the night sky seems to be a forgotten art: modernity has obliterated the stars, projecting nearly everywhere over our heads the large reddish glow of artificial lighting. The nights of our ancestors, often spent outdoors under a sky impossible to ignore, were very different: then the heavens are inhabited by fantastic figures, mythical gods thrown in chariots await ships loaded with heroes, but also of everyday life and scary animals. The infinity of the sky has been for millennia a mirror that challenged our thinking, creating entire cosmologies: astronomy was the first science, and since Neolithic times allowed the men to control an intangible but essential for the development of civilizations: time. Rudimentary star charts and soon became popular in calendars intricate carvings and artifacts, or deployed in impressive megalithic complexes. As always, I mean, the relationship with the sky helped define human identity, and every people has had a particular way of seeing the stars. Guido Cossard, an expert on Archaeoastronomy, leads us in search of their "lost Heaven", an adventurous journey through space and time: we follow him in all major archaeological sites, from ancient Egypt to the Italian and global Ame

Promozione Il libro "Cieli perduti. Archeoastronomia: le stelle dei popoli antichi" su Unilibro.it è nell'offerta di libri scontati Tantissimi libri in promozione sconto

 Recensioni Scrivi la tua recensione del libro "Cieli perduti. Archeoastronomia: le stelle dei popoli antichi"

Dello stesso autore: Cossard Guido
Storia e riti di capodanno libro di Cossard Guido
Storia e riti di capodanno
libro di Cossard Guido 
edizioni Rizzoli Libri Illustrati collana Varia;
€ 18,59
Codex 2027 libro di Cossard Guido
Codex 2027
libro di Cossard Guido 
edizioni L'Età dell'Acquario collana Uomini storia e misteri;
in pubblicazione
€ 12,00

 Recensioni Scrivi la tua recensione del libro "Cieli perduti. Archeoastronomia: le stelle dei popoli antichi"

 
Le Recensioni degli Utenti Unilibro
"Cieli perduti. Archeoastronomia: le stelle dei popoli antichi"
I CIELI PERDUTI
Valeria, 2011-06-20
4

Il libro é un elenco di tutti i siti archeologici dove ci sono monumenti che testimoniano il legame antico tra i popoli e il cielo stellato. E’ molto dettagliato nella parte dedicata alla Val d’Aosta e ai vari siti europei, un pò troppo sommario e deludente per quel che riguarda siti più lontani e molte grandi civiltà del passato. Comunque nel complesso è piacevole e può essere una lettura introduttiva all’argomento. Peccato ci siano poche immagini dei monumenti descritti! Consiglio vivamente a tutti di leggere anche il bellissimo libro di Giulio Magli "Misteri e scoperte dell’archeoastronomia", favoloso!