ricerca
avanzata

L'Emergenza della sessualità. Epistemologia storica e formazione dei concetti

di Davidson Arnold I. edito da Quodlibet, 2010

  • Prezzo di Copertina: € 28,00
  • € 23,80
  • Risparmi il 15% (€ 4,20)

Informazioni bibliografiche del Libro

  • Titolo del Libro: L'Emergenza della sessualità. Epistemologia storica e formazione dei concetti
  • AutoreDavidson Arnold I.
  • Editore: Quodlibet
  • Collana: Quaderni Quodlibet , Nr. 36
  • Data di Pubblicazione: 2010
  • Genere: psicologia
  • ArgomentiSessualità Storia
  • Pagine: 279
  • Traduttore: Lucchesini G. - Savoia P.
  • Dimensioni mm: 225 x 160 x 0
  • ISBN-10: 8874623089
  • ISBN-13:  9788874623082

 

L'Emergenza della sessualità. Epistemologia storica e formazione dei concetti: "Quasi ogni storia della sessualità è una storia delle nostre idee - più o meno vere - sulla sessualità, una storia delle nostre istituzioni - più o meno repressive - che controllano la sessualità, come se la sessualità fosse un assoluto, una costante, fuori dal tempo, come se una storia della sessualità dovesse riferirsi per forza a una sessualità sovrastorica, un punto fisso attorno al quale far ruotare la nostra storia. Ma cosa succederebbe se la sessualità stessa fosse storica, se la storia della sessualità introducesse una discontinuità nel nostro stesso essere e facesse a pezzi la stabilità rassicurante di una necessità che si vorrebbe atemporale? Quale sarebbe l'effetto di una storia della sessualità di questo tipo, di un'epistemologia storica della sessualità? Il mio libro non contiene soluzioni a problemi, e l'irritazione che provoca è più difficile da alleviare rispetto a quella prodotta dai giudizi morali discordanti sulla sessualità: le irritazioni che mi interessano derivano da un attrito epistemologico. Si può certamente essere a favore o contrari alla perversione, ma in questo contesto è molto poco rilevante. E l'impiego stesso dei concetti di sessualità e perversione che costituisce il bersaglio della mia critica epistemologica. Ma l'irritazione non è sufficiente; essa deve far nascere il lavoro critico del pensiero su se stesso, un lavoro sui nostri limiti che possa consentirci di pensare in modo diverso." (dalla prefazione dell'autore)
"Almost every history of sexuality is a story of our ideas-more or less true-about sexuality, a history of our institutions-more or less-repressive controlling sexuality, as if sexuality was an absolute, constant, timeless, as if a history of sexuality were to refer to a sexuality superhistorical significance, a fixed point around which to rotate our history. But what if the sexuality itself was historic, if the history of sexuality introduced a discontinuity in our very being and he pieces the reassuring stability a necessity that you would want timeless? What would be the effect of a history of sexuality of this type, a historical epistemology of sexuality? My book does not contain solutions to problems, and irritation that causes is harder to alleviate than that produced by differing moral judgments about sexuality: irritations that interest me are derived from epistemological friction. It can certainly be in favor or opposed to kinky, but in this context it is very irrelevant. And use the same concepts of sexuality and perversion that is the target of my epistemological critique. But the irritation is not enough; It must deliver the critical job of thinking about himself, a job on our boundaries that can enable us to think differently. " (from the foreword by the author)

Promozione Il libro "L'Emergenza della sessualità. Epistemologia storica e formazione dei concetti" su Unilibro.it è nell'offerta di libri scontati Migliaia di LIBRI in Sconto -15%

 Recensioni Scrivi la tua recensione del libro "L'Emergenza della sessualità. Epistemologia storica e formazione dei concetti"

 Recensioni Scrivi la tua recensione del libro "L'Emergenza della sessualità. Epistemologia storica e formazione dei concetti"