ricerca
avanzata

Geopolitica del narcotraffico in America Latina

di Norberto Emmerich edito da Anteo (Cavriago), 2019

Informazioni bibliografiche del Libro

 

Geopolitica del narcotraffico in America Latina: Disuguaglianza nello sviluppo economico, situazioni di povertà, territori inospitali, assenza dell'autorità statale e potere nelle mani di organizzazioni criminali e di forze di polizia che spesso si scambiano i ruoli: questo è il quadro che sta alla base del narcotraffico in America Latina, illustrato in questo libro dal professor Norberto Emmerich, esperto argentino in relazioni internazionali. Lo sbocco finale del traffico mondiale di stupefacenti è, il più delle volte, costituito dagli Stati Uniti d'America e dall'Europa. I primi in particolare, usando i pretesti della "lotta al narcotraffico" e della "sicurezza nazionale", attuano profonde ingerenze negli affari interni degli stati sovrani latinoamericani, appoggiando con ogni mezzo governi a loro favorevoli, che, esacerbando le iniziali gravi condizioni politico-economiche, non fanno che alimentare il fenomeno in un circolo senza fine. Messico, Brasile e Colombia, ma anche Argentina, sono i principali capisaldi di quella che Emmerich chiama, non a torto, "geopolitica del narcotraffico", i cui tentacoli si dipanano a livello mondiale.
Inequality in economic development, poverty, inhospitable lands, absence of State authority and power in the hands of criminal organisations and police forces who often Exchange roles: this is the framework that underlies the drug trafficking in Latin America, which is discussed in this book by professor Norberto Emmerich, Argentine expert in international relations. The final outcome of global trafficking in drugs is, more often than not, made up of the United States of America and Europe. The first in particular, using the pretext of the ' fight against drug trafficking "and of" national security ", implement profound interference in the internal affairs of sovereign States in Latin America, supporting by any means governments in their favour, exacerbating the serious politico-economic conditions early, they merely feed the phenomenon in a circle without end. Mexico, Brazil and Colombia, but also Argentina, are the main pillars of what Emmerich calls, not unreasonably, "geopolitics of drug trafficking", whose tentacles spread worldwide.

 Recensioni Scrivi la tua recensione del libro "Geopolitica del narcotraffico in America Latina"

 Recensioni Scrivi la tua recensione del libro "Geopolitica del narcotraffico in America Latina"