ricerca
avanzata

Normalmente stupefacente. Indagine sulla percezione dell'opinione pubblica in Italia del fenomeno droga

di Andrea Fantoma Gilberto Gerra Bruno Poggi edito da Franco Angeli, 2006

Informazioni bibliografiche del Libro

 

Le evidenze emerse da questa indagine statistica, condotta su un campione di 2.500 cittadini italiani con 16 o più anni d'età, lasciano intuire modalità di pensiero riguardo al fenomeno droga e alle tossicodipendenza controverse e nuove, che comprendono nel contempo gli stereotipi del senso comune e straordinarie forme di consapevolezza. Per la maggioranza dei cittadini lo stigma verso la sofferenza psichica dei tossicodipendenti resiste alle nuove conoscenze fornite dal mondo scientifico. Fanno discutere le possibili interazioni tra stra-tegie per la riduzione dell'offerta di droghe (lotta al narcotraffico) e gli interventi di cura e recupero. Appare elevata la richiesta di tutela e salute, con la necessità che lo Stato si faccia carico di interventi di prevenzione, anche attraverso strumenti normativi.

Recensione Unilibro a cura di Redazione Unilibro

 Recensioni Scrivi la tua recensione del libro "Normalmente stupefacente. Indagine sulla percezione dell'opinione pubblica in Italia del fenomeno droga"

Potrebbero interessarti anche questi prodotti

-15%

La fine del buio. Ritrovare i legami con gli altri e con il mondo: un'ipotesi rivoluzionaria per uscire dalla depressione libro di Hari Johann
La fine del buio. Ritrovare i legami con gli altri e con il mondo: un'ipotesi rivoluzionaria per uscire dalla depressione
libro di Hari Johann 
edizioni Ponte alle Grazie collana Saggi;
consegna in 24 ore
€ 18,00
€ 15,30

 Recensioni Scrivi la tua recensione del libro "Normalmente stupefacente. Indagine sulla percezione dell'opinione pubblica in Italia del fenomeno droga"

 
Le Recensioni degli Utenti Unilibro
"Normalmente stupefacente. Indagine sulla percezione dell'opinione pubblica in Italia del fenomeno droga"
NORMALMENTE STUPEFACENTE
Redazione Unilibro, 2005-01-01
5

Le evidenze emerse da questa indagine statistica, condotta su un campione di 2.500 cittadini italiani con 16 o più anni d'età, lasciano intuire modalità di pensiero riguardo al fenomeno droga e alle tossicodipendenza controverse e nuove, che comprendono nel contempo gli stereotipi del senso comune e straordinarie forme di consapevolezza. Per la maggioranza dei cittadini lo stigma verso la sofferenza psichica dei tossicodipendenti resiste alle nuove conoscenze fornite dal mondo scientifico. Fanno discutere le possibili interazioni tra stra-tegie per la riduzione dell'offerta di droghe (lotta al narcotraffico) e gli interventi di cura e recupero. Appare elevata la richiesta di tutela e salute, con la necessità che lo Stato si faccia carico di interventi di prevenzione, anche attraverso strumenti normativi.