ricerca
avanzata

Documentalità. Perché è necessario lasciar tracce

di Maurizio Ferraris edito da Laterza, 2009

Documentalità. Perché è necessario lasciar tracce: Questo libro parla di oggetti come i soldi e le opere d'arte, i matrimoni, i divorzi e gli affidi congiunti, gli anni di galera e i mutui, il costo del petrolio e i codici fiscali, il Tribunale di Norimberga e le crisi finanziarie. Sono gli oggetti sociali, cioè le iscrizioni che affollano il nostro mondo decidendo se saremo felici o infelici. Queste scartoffie le detestiamo eppure facciamo la fila per averle, e si accumulano nelle nostre tasche, nei portafogli, nei cassetti, nei telefonini, nei computer e negli archivi di ogni sorta che ci circondano, nel mondo reale e in quello virtuale. Ecco il motivo per cui questa teoria del mondo sociale si intitola "Documentalità": la società della comunicazione è in realtà una società della registrazione e della iscrizione. Lo è sempre stata, ma lo è a maggior ragione oggi, con l'esplosione della scrittura e degli strumenti di registrazione, che svela come meglio non si potrebbe l'essenza del mondo sociale. Un mondo in cui persino i media, quelli che dovrebbero darti la vita in diretta, sono i massimi produttori di spettralità. Un mondo in cui la profezia di Warhol secondo cui un giorno ognuno di noi avrà i suoi quindici minuti di notorietà significa anzitutto: ognuno di noi sarà uno spettro per almeno quindici minuti, su YouTube o da qualche altra parte.
This book is about objects like money and artworks, marriages, divorces and the joint trust, years of jail and the mortgage, the cost of oil and tax codes, the Nuremberg Tribunal and financial crises. Are social objects, i.e. inscriptions that crowd our world to decide if we are happy or unhappy. This paperwork we hate them, yet we do the queue for and accumulate in our pockets, portfolios, in drawers, in mobile phones, computers and archives of all sorts that surround us in the real world and the virtual world. That is why this theory of the social world is titled "Documentality": the communication society is actually a company registration and enrollment. It always has been, but it is even more so today, with the explosion of writing and recording instruments, which reveals how better could not be the essence of the social world. A world where even the media, those which should give you live life, are the leading producers of ghostliness. A world where Warhol's prophecy that one day each of us will have his fifteen minutes of Fame means above all: each one of us will be a spectrum for at least fifteen minutes, on YouTube or somewhere else.

Informazioni bibliografiche del Libro

 Recensioni Scrivi la tua recensione del libro "Documentalità. Perché è necessario lasciar tracce"

Sono disponibili anche queste edizioni di

-10%

Documentalità. Perché è necessario lasciar tracce libro di Ferraris Maurizio
Documentalità. Perché è necessario lasciar tracce
Ferraris Maurizio
edizioni Laterza
Biblioteca universale Laterza
, 2014
€ 20,00
€ 18,00

 Recensioni Scrivi la tua recensione del libro "Documentalità. Perché è necessario lasciar tracce"