ricerca
avanzata

La casa intelligente per l'utente debole

di Antonio Frattari Michela Dalprà Michela Chiogna edito da Maggioli Editore, 2015

Informazioni bibliografiche del Libro

 

La casa intelligente per l'utente debole: La domotica può assumere un importante ruolo nel miglioramento della qualità della vita di anziani e disabili all'interno delle proprie abitazioni contribuendo a ridurre la presenza di caregiver e assicurando una adeguata sicurezza alla persona (safety) e alle cose (security). Tuttavia progettare case intelligenti per le fasce deboli non è semplice perché la realtà di queste categorie è molto articolata e differenziata. Di volta in volta possono emergere nuove esigenze date da situazioni completamente diverse oppure simili ma con ampi ventagli di sfumature tali da richiedere risposte progettuali nuove o da modificare soluzioni già individuate ma da adattare o ottimizzare. A questo si aggiunge il fatto che l'adozione di dispositivi elettronici e dei mezzi informatici deve essere calibrata e coniugata con l'eliminazione delle barriere fisiche e l'ergonomia degli arredi. Per ottenere una risposta architettonica, tecnologica e sociale sostenibile, il Centro Universitario per gli Edifici Intelligenti (CUnEdI) dell'Università degli Studi di Trento ha elaborato una metodologia di progettazione partecipata e interdisciplinare finalizzata alla realizzazione di soluzioni abitative domotiche per l'utenza debole. Lo scopo del volume è quello di presentare l'implementazione della metodologia sviluppata attraverso cinque casi di studio di Smart Home che riguardano adattamenti e alloggi mirati a favorire l'autonomia e la tutela di anziani e disabili cognitivi, applicando il modello "casa educativa e sicura".
Home Automation can assume an important role in improving the quality of life of elderly and disabled people within their own homes by helping to reduce caregiver and ensuring adequate personal safety (safety) and things (security). However designing smart homes for weaker is not simple because the reality of these categories is very articulated and differentiated. From time to time may emerge new requirements given by completely different situations or similar but with large fans of nuances that require answers to be modified or new design solutions already identified but to adapt or optimize. Add to that the fact that the adoption of electronic devices and computer resources must be calibrated and combined with the Elimination of physical barriers and the ergonomics of the furnishings. To get a response, technological and architectural sustainable social, the University Center for Intelligent buildings (CUnEdI) of the University of Trento has elaborated a methodology of participatory and interdisciplinary design aimed at the realization of home automation housing solutions for weak. The aim of this volume is to present the methodology developed through five case studies of Smart Home regarding adaptations and accommodations designed to promote the autonomy and protection of elderly and disabled people, applying cognitive model "educational and safe house".

 Recensioni Scrivi la tua recensione del libro "La casa intelligente per l'utente debole"

 Recensioni Scrivi la tua recensione del libro "La casa intelligente per l'utente debole"