ricerca
avanzata

«Né uomo né donna». L'atteggiamento del cristianesimo delle origini nei confronti della donna

di Michel Gourgues edito da San Paolo Edizioni, 2014

  • Prezzo di Copertina: € 18,00
  • € 16,20
  • Risparmi il 10% (€ 1,80)

«Né uomo né donna». L'atteggiamento del cristianesimo delle origini nei confronti della donna: Come spiegare l'esistenza di due affermazioni così contrapposte come quella di Gal 3,28 ("Non c'è né uomo né donna: tutti voi siete una sola persona in Cristo Gesù") e quella di 1Tm 2,9-15, che prescrive la sottomissione della donna nella società e nelle comunità cristiane stesse ("La donna impari in silenzio, con perfetta sottomissione")? Come spiegare una simile evoluzione a partire dall'atteggiamento straordinariamente aperto di Gesù? E giusto ripetere che Paolo fu il principale artefice di questo indurimento della teologia cristiana nei confronti della donna? Analizzando i testi in modo semplice e chiaro, l'autore dimostra che ci si trova di fronte a un effetto perverso della legittima inculturazione della fede. L'adeguamento delle prime generazioni cristiane alle strutture e pratiche sociali del loro tempo avrebbe attenuato in loro la coscienza e l'affermazione concreta della novità evangelica rispetto alla dignità e la partecipazione ugualitaria della donna alla salvezza e alla vita delle comunità. Una rilettura del ruolo della donna nel cristianesimo che le restituisce piena dignità.
How to explain the existence of two statements so as to opposed 3.28 Gal ("there is neither male nor female: you are all one in Christ Jesus" person) and 2.9, -15 1Tm requiring submission of women in society and in the Christian communities themselves ("let a woman learn in silence, with perfect submission")? How to explain a similar evolution starting from extraordinarily open attitude of Jesus? And just repeat that Paul was the main architect of this hardening of Christian theology against women? Analyzing the texts in a clear and simple manner, the author shows that there is a perverse effect of legitimate inculturation of the faith. The adaptation of the first Christian generations to social structures and practices of their time would have attenuated in their consciousness and affirmation of the newness of the Gospel than the dignity and equal participation of women in the salvation and the life of the community. A reinterpretation of the role of women in Christianity that returns full dignity.

Informazioni bibliografiche del Libro

Promozione Il libro "«Né uomo né donna». L'atteggiamento del cristianesimo delle origini nei confronti della donna" su Unilibro.it è nell'offerta di libri scontati Migliaia di LIBRI in Sconto -10%

 Recensioni Scrivi la tua recensione del libro "«Né uomo né donna». L'atteggiamento del cristianesimo delle origini nei confronti della donna"

 Recensioni Scrivi la tua recensione del libro "«Né uomo né donna». L'atteggiamento del cristianesimo delle origini nei confronti della donna"