ricerca
avanzata

Uno scrittore in guerra (1941-1945)

di Vasilij Grossman Beevor A. (cur.) Vinogradova L. (cur.) edito da Adelphi, 2015

  • Prezzo di Copertina: € 23,00
  • € 19,55
  • Risparmi il 15% (€ 3,45)

Informazioni bibliografiche del Libro

 

Uno scrittore in guerra (1941-1945): "Chi scrive ha il dovere di raccontare una verità tremenda, e chi legge ha il dovere civile di conoscerla, questa verità": attenendosi scrupolosamente a tale principio, a dispetto della censura e dei gravi rischi, Vasilij Grossman narrò in presa diretta le vicende del secondo conflitto mondiale sul fronte Est europeo. Era infatti inviato speciale di "Krasnaja zvezda" (Stella Rossa), il giornale dell'esercito sovietico che egli seguì per oltre mille giorni su quasi tutti i principali fronti di battaglia: l'Ucraina, la difesa di Mosca e l'assedio di Stalingrado, che fu il punto di svolta nelle sorti della guerra e diede origine a "Vita e destino". Benché fosse un tipico esponente dell'intelligencija moscovita, Grossman riuscì, grazie al suo coraggio e alla capacità di descrivere con singolare efficacia ed empatia la vita quotidiana dei combattenti, a conquistarsi la fiducia e l'ammirazione di chi lo leggeva, ufficiali e soldati da una parte, e dall'altra un vasto pubblico di cittadini e patrioti ansiosi di ricevere notizie autentiche, non contaminate dalla retorica ufficiale. Dei taccuini - di sorprendente qualità letteraria - che fornirono materia ai reportage di Grossman, e che escono ora per la prima volta dagli archivi russi, lo storico inglese Antony Beevor ci offre qui una vasta scelta, arricchita da articoli e lettere dello scrittore e da altre testimonianze coeve.
"The writer has a duty to tell the truth, and the reader has the civic duty to meet this truth": according to this principle, in spite of censorship and of serious risks, Vasily Grossman recounted in direct the events of the second world war on the eastern front. He was Special Envoy of "Krasnaya zvezda" (Red Star), the newspaper of the Soviet army that he followed for more than a thousand days on almost every major battle fronts: the Ukraine, the defence of Moscow and the siege of Stalingrad, which was the turning point in the fortunes of war and gave rise to "life and fate". Although a typical exponent of the Moscow intelligentsia, Grossman was able, thanks to his courage and ability to describe singular efficacy and empathy with the daily lives of the fighters, to gain the trust and admiration of those who read it, officers and soldiers of the one part, and the other a large audience of citizens and Patriots eager to hear authentic, uncontaminated by the official rhetoric. Notebooks-surprising literary quality-which provided the subject reports by Grossman, and leaving now for the first time since the Russian archives, British historian Antony Beevor offers us here a wide choice, with articles and letters by writer and other contemporary witnesses.

Promozione Il libro "Uno scrittore in guerra (1941-1945)" su Unilibro.it è nell'offerta di libri scontati Migliaia di LIBRI in Sconto -15%

 Recensioni Scrivi la tua recensione del libro "Uno scrittore in guerra (1941-1945)"

Potrebbero interessarti anche questi prodotti
Brigata Sinigaglia libro di Gracci Angiolo
Brigata Sinigaglia
libro di Gracci Angiolo 
edizioni La Città del Sole
consegna in 24 ore
€ 14,00
L'ultimo fronte d'Africa. Tunisia: novembre 1942-maggio 1943 libro di Colacicchi Paolo
L'ultimo fronte d'Africa. Tunisia: novembre 1942-maggio 1943
libro di Colacicchi Paolo 
edizioni Ugo Mursia Editore collana Testimonianze fra cron. e st. Guerre;
consegna in 24 ore
€ 17,00

 Recensioni Scrivi la tua recensione del libro "Uno scrittore in guerra (1941-1945)"