ricerca
avanzata

La fabbrica che non volle chiudere. Un racconto corale sulla vertenza Bekaert di Figline Valdarno

di Domenico Guarino Daniele Calosi edito da Edizioni Clichy, 2019

Informazioni bibliografiche del Libro

 

La fabbrica che non volle chiudere. Un racconto corale sulla vertenza Bekaert di Figline Valdarno: Un anno fa, con una disposizione improvvisa e inattesa, la multinazionale Bekaert decide di chiudere lo stabilimento di Figline Valdarno, in provincia di Firenze. Gli operai, insieme ai sindacati, scelgono di opporsi con forza a quella che viene subito percepita come una profonda ingiustizia. Ne nasce una vertenza emblematica dei rapporti di forza esistenti nel mondo del lavoro post-crisi, ma anche della capacità dei lavoratori di legarsi al territorio e di inventare forme nuove di opposizione e di protesta. Ottenendo anche significativi successi. Il libro, costruito intorno a una conversazione con il segretario della Fiom, Daniele Calosi, e alle testimonianze corali di quella moltitudine (operai, famiglie, istituzioni, semplici cittadini e personaggi famosi, come il cantante Sting), racconta la vicenda Bekaert come una moderna epopea, in cui piccoli David operai si oppongono ai Golia della globalizzazione e della logica mercantilista, sostenendo il primato dei diritti e della dignità del lavoro. Prefazione di Mauro Landini, Postfazione di Francesca Re David.
A year ago, with a sudden and unexpected arrangement, the multinational Bekaert decided to close the plant in Figline Valdarno, in the province of Florence. The workers, together with the trade unions, choose to strongly oppose what is immediately perceived as a profound injustice. The result is an emblematic dispute of the power relations that exist in the post-crisis world of work, but also of the ability of workers to bind to the territory and to invent new forms of opposition and protest. He also achieved significant successes. The book, built around a conversation with the secretary of Fiom, Daniele Calosi, and the choral testimonies of that multitude (workers, families, institutions, simple citizens and famous people, such as the singer Sting), tells the story Bekaert as a modern epic, in which small David workers oppose the Goliaths of globalization and mercantilist logic, supporting the primacy of the rights and dignity of work. Foreword by Mauro Landini, Postscript by Francesca King David.

 Recensioni Scrivi la tua recensione del libro "La fabbrica che non volle chiudere. Un racconto corale sulla vertenza Bekaert di Figline Valdarno"

 Recensioni Scrivi la tua recensione del libro "La fabbrica che non volle chiudere. Un racconto corale sulla vertenza Bekaert di Figline Valdarno"