ricerca
avanzata

Parole e canzoni. Con DVD

di Francesco Guccini Mollica V. (cur.) Pattavina V. (cur.) edito da Einaudi, 2007

  • Prezzo di Copertina: € 23,00
  • € 19,55
  • Risparmi il 15% (€ 3,45)

Informazioni bibliografiche del Libro

 

Per chi è cresciuto con Guccini, questo cofanetto è un prezioso oggetto da conservare e riprendere ogni qual volta si sente l’esigenza di ascoltare le sue parole, anche se la collezione dei suoi LP e poi CD saranno già in bella vista in qualche angolo dell’appartamento. Per chi l’ha conosciuto ma solo per quel tanto da saper rispondere che è un cantautore, termine che a Guccini stava stretto perché limitativo, anche se poi, in fondo, era quello più adatto a rappresentare la sua opera, è un ottimo strumento per iniziare a innamorarsi delle sue canzoni. Ascoltato oggi per la prima volta, si rimane meravigliati della contemporaneità dei contenuti. Non solo parole d’amore, ma le sue canzoni raccontano del sociale, della politica, della morale, dell’umanità, dell’essere e del sentirsi all’interno della nostra società, del quotidiano. Possibile che siano ancora così di attualità? Nel DVD Mollica intervista Guccini con quel suo solito modo pacato, intento a sottolineare le bellezze anche quando si parla di argomenti più difficili. A domanda Guccini risponde con pacata e semplice schiettezza, lo sguardo è sorridente, ironico, sereno, le parole sono di tranquilla conversazione. Chi ha passato tutta la vita a essere quello che è non ha bisogno di recitare nelle interviste, continua nella sua semplice realtà. Il testo, Stagioni, curato da Valentina Pattavina, è il Canzoniere di Guccini: ci sono i testi di tutti i suoi album dal 1967 al 2006 (Folk Beat n. 1; Due anni dopo; L’isola non trovata; Radici; Opera buffa; Stanze di vita quotidiana; Via Paolo Fabbri 43, Amerigo; Francesco Guccini e i Nomadi; Metropolis; Guccini; Signora Bovary; ... Quasi some Dumas...; Quello che non ...; Parnassius Guccini; D’Amore, di morte e di altre sciocchezze; Stagioni; Ritratti; The Platinum Collection). Non manca la sezione dedicata a canzoni scritte per altri. Alla fine di ogni testo, ci sono degli accenni, dello stesso Guccini, che spiegano i motivi che hanno portato alla canzone, aneddoti, stati d’animo del momento della creazione, riferimenti a nomi di amici cantanti che lo hanno influenzato, a storie di amici o conoscenti che sono entrate a narrarsi dentro le sue parole. Le sue canzoni sono piccole narrazioni, come lui dice nell’intervista, ha bisogno di sapere come inizia e come va a finire quello che vuole raccontare e poi trova il modo di riempire nel mezzo. Il suo essere narratore si rispecchia nelle canzoni, è lo stesso Guccini che lo dice a Mollica. Certo, non ci si può limitare a mettere le canzoni di Guccini in sottofondo per un momento di rilassamento, ma richiedono un attimo di riflessione attenta e consapevole. Un buon testo da cui partire per iniziare a scoprire questo mondo fatto di umana realtà e sentimenti profondi. In fondo è presente anche una ricca bibliografia e filmografia da cui trarre altri elementi di approfondimento.

Recensione Unilibro a cura di Rossella Manzo

Promozione Il libro "Parole e canzoni. Con DVD" su Unilibro.it è nell'offerta di libri scontati Migliaia di LIBRI in Sconto -15%

 Recensioni Scrivi la tua recensione del libro "Parole e canzoni. Con DVD"

Potrebbero interessarti anche questi prodotti
Il martello degli dei. La saga dei Led Zeppelin libro di Davis Stephen
Il martello degli dei. La saga dei Led Zeppelin
libro di Davis Stephen 
edizioni Arcana collana Arcana musica;
€ 19,50

 Recensioni Scrivi la tua recensione del libro "Parole e canzoni. Con DVD"

 
Le Recensioni degli Utenti Unilibro
"Parole e canzoni. Con DVD"
Rossella Manzo, 2012-05-13
3

Per chi è cresciuto con Guccini, questo cofanetto è un prezioso oggetto da conservare e riprendere ogni qual volta si sente l’esigenza di ascoltare le sue parole, anche se la collezione dei suoi LP e poi CD saranno già in bella vista in qualche angolo dell’appartamento. Per chi l’ha conosciuto ma solo per quel tanto da saper rispondere che è un cantautore, termine che a Guccini stava stretto perché limitativo, anche se poi, in fondo, era quello più adatto a rappresentare la sua opera, è un ottimo strumento per iniziare a innamorarsi delle sue canzoni. Ascoltato oggi per la prima volta, si rimane meravigliati della contemporaneità dei contenuti. Non solo parole d’amore, ma le sue canzoni raccontano del sociale, della politica, della morale, dell’umanità, dell’essere e del sentirsi all’interno della nostra società, del quotidiano. Possibile che siano ancora così di attualità? Nel DVD Mollica intervista Guccini con quel suo solito modo pacato, intento a sottolineare le bellezze anche quando si parla di argomenti più difficili. A domanda Guccini risponde con pacata e semplice schiettezza, lo sguardo è sorridente, ironico, sereno, le parole sono di tranquilla conversazione. Chi ha passato tutta la vita a essere quello che è non ha bisogno di recitare nelle interviste, continua nella sua semplice realtà. Il testo, Stagioni, curato da Valentina Pattavina, è il Canzoniere di Guccini: ci sono i testi di tutti i suoi album dal 1967 al 2006 (Folk Beat n. 1; Due anni dopo; L’isola non trovata; Radici; Opera buffa; Stanze di vita quotidiana; Via Paolo Fabbri 43, Amerigo; Francesco Guccini e i Nomadi; Metropolis; Guccini; Signora Bovary; ... Quasi some Dumas...; Quello che non ...; Parnassius Guccini; D’Amore, di morte e di altre sciocchezze; Stagioni; Ritratti; The Platinum Collection). Non manca la sezione dedicata a canzoni scritte per altri. Alla fine di ogni testo, ci sono degli accenni, dello stesso Guccini, che spiegano i motivi che hanno portato alla canzone, aneddoti, stati d’animo del momento della creazione, riferimenti a nomi di amici cantanti che lo hanno influenzato, a storie di amici o conoscenti che sono entrate a narrarsi dentro le sue parole. Le sue canzoni sono piccole narrazioni, come lui dice nell’intervista, ha bisogno di sapere come inizia e come va a finire quello che vuole raccontare e poi trova il modo di riempire nel mezzo. Il suo essere narratore si rispecchia nelle canzoni, è lo stesso Guccini che lo dice a Mollica. Certo, non ci si può limitare a mettere le canzoni di Guccini in sottofondo per un momento di rilassamento, ma richiedono un attimo di riflessione attenta e consapevole. Un buon testo da cui partire per iniziare a scoprire questo mondo fatto di umana realtà e sentimenti profondi. In fondo è presente anche una ricca bibliografia e filmografia da cui trarre altri elementi di approfondimento.