ricerca
avanzata

I neuroni specchio. Come capiamo ciò che fanno gli altri

di Marco Iacoboni edito da Bollati Boringhieri, 2019

  • Prezzo di Copertina: € 13,00
  • € 11,05
  • Risparmi il 15% (€ 1,95)

Informazioni bibliografiche del Libro

 

I neuroni specchio. Come capiamo ciò che fanno gli altri: Come descrivere la capacità umana di leggere nella mente degli altri individui, comprendendo in modo immediato i loro pensieri e sentimenti e reagendo in modo appropriato alle azioni da essi compiute? Finora la scienza non era riuscita a spiegare questa fondamentale possibilità del nostro cervello, che, creando un ponte tra il sé e l'altro, permette lo sviluppo della cultura e della società. Oggi, grazie alla scoperta dei neuroni specchio si è aperta una prospettiva di ricerca rivoluzionaria. I neuroni specchio sono stati localizzati inizialmente, circa una ventina di anni fa, e la loro attività è stata subito connessa al riconoscimento di azioni finalizzate al raggiungimento di oggetti. In particolare, si è constatato che durante l'osservazione di un'azione eseguita da un altro individuo, il sistema neurale dell'osservatore si attiva come se fosse egli stesso a compiere la medesima azione che osserva: di qui il nome "neuroni specchio". Si ritiene che essi rendano possibile l'apprendimento imitativo e la comunicazione verbale, e che un loro cattivo funzionamento provochi un grave deficit come l'autismo. Marco Iacoboni ci conduce direttamente al cuore di queste ricerche, illustrando i principali esperimenti che ne hanno segnato le tappe e discutendo la loro ricaduta a livello scientifico, filosofico e sociale.
How do you describe the human ability to read in the minds of other individuals, immediately understanding their thoughts and feelings and reacting appropriately to the actions they performed? So far, science has failed to explain this fundamental possibility of our brain, which, by creating a bridge between the self and the other, allows the development of culture and society. Today, thanks to the discovery of the mirror neurons has opened a perspective of revolutionary research. The mirror neurons were initially localized, about twenty years ago, and their activity was immediately connected to the recognition of actions aimed at achieving objects. In particular, it was found that during the observation of an action performed by another individual, the observer's neural system is activated as if it were himself to perform the same action that observes: hence the name "mirror neurons". It is believed that they make possible imitative learning and verbal communication, and that their malfunctioning causes a serious deficit such as autism. Marco Iacoboni leads us directly to the heart of these researches, illustrating the main experiments that have marked the stages and discussing their relapse on a scientific, philosophical and social level.

Promozione Il libro "I neuroni specchio. Come capiamo ciò che fanno gli altri" su Unilibro.it è nell'offerta di libri scontati Migliaia di LIBRI in Sconto -15%

 Recensioni Scrivi la tua recensione del libro "I neuroni specchio. Come capiamo ciò che fanno gli altri"

Dello stesso autore: Iacoboni Marco

-15%

I neuroni specchio. Come capiamo ciò che fanno gli altri libro di Iacoboni Marco
I neuroni specchio. Come capiamo ciò che fanno gli altri
libro di Iacoboni Marco 
edizioni Bollati Boringhieri collana Saggi. Scienze;
€ 22,00
€ 18,70
Potrebbero interessarti anche questi prodotti
Per una semantica neurale libro di Plebe Alessio
Per una semantica neurale
libro di Plebe Alessio 
edizioni CORISCO
disponibilità immediata
€ 20,00

-15%

Noi siamo il nostro cervello. Come pensiamo, soffriamo e amiamo libro di Swaab Dick
Noi siamo il nostro cervello. Come pensiamo, soffriamo e amiamo
libro di Swaab Dick 
edizioni Castelvecchi collana Oblò;
disponibilità immediata
€ 19,50
€ 16,58

-15%

I geni del male. Le nuove risposte della scienza a una domanda antichissima: cattivi si nasce o si diventa? libro di Tucci Valter
I geni del male. Le nuove risposte della scienza a una domanda antichissima: cattivi si nasce o si diventa?
libro di Tucci Valter 
edizioni Longanesi collana Nuovo Cammeo;
disponibilità immediata
€ 16,90
€ 14,37

 Recensioni Scrivi la tua recensione del libro "I neuroni specchio. Come capiamo ciò che fanno gli altri"

 
Le Recensioni degli Utenti Unilibro
"I neuroni specchio. Come capiamo ciò che fanno gli altri"
rorym87, 2012-05-04
4

I neuroni specchio permettono di spiegare fisiologicamente la relazione con l’altro, ad esempio l’imitazione. Il punto è, però: quanto ha, di effettivamente sociale, questo spazio governato dai neuroni specchio? La società è fatta di persone che possono sempre essere fraintese, e possono agire - ovviamente - in modo diverso da me. Perché ci sia libertà bisogna che non sia obbligato, nemmeno dai miei neuroni, a imitare i miei simili. Che aiuto ci forniscono i neuroni specchio per costruire una teoria naturalistica della società, in cui siano presenti tanto gli aspetti di consonanza che quelli di dissonanza? I neuroni specchio non spiegano e non possono spiegare tutto. Bisogna intendersi sul livello di descrizione al quale vogliamo situarci. I neuroni - tutti i neuroni - sono macchine computazionali, che del mondo conoscono solo ioni e le correnti elettriche che quegli stessi ioni determinano fluendo dentro e fuori dalla membrana che li circoscrive. Non possiamo ridurre ontologicamente il libero arbitrio ai costituenti subpersonali dell’individuo. Questo tipo di riduzionismo ontologico è per me del tutto privo di senso. Ma esiste un altro tipo di riduzionismo, di tipo metodologico, che invece sposo in pieno. Abbiamo ottime possibilità di comprendere meglio il livello personale di descrizione, quello che attiene al singolo individuo e alla moltitudine di individui che costituiscono la nostra società, utilizzando come chiave di lettura la chiarificazione dei meccanismi neurali - quindi sub-personali - che sottendono il «funzionamento» degli individui. È curioso come talvolta le scienze umane oscillino tra una radicale dismissione, in ambito sociale, dell’utilità esplicativa fornita dai risultati della ricerca neuroscientifica e una fiducia cieca nelle neuroscienze, come possibile supporto a una teoria del tutto. In realtà non possiamo perdere di vista l’esistenza di plurimi livelli di descrizione. Io sono fatto dei miei neuroni e delle mie sinapsi, ma da un altro punto di vista sono anche molto di più. I temi che costituiscono l’oggetto di queste domande rivolte al neuroscienziato a mio avviso richiedono un approccio multidisciplinare.