ricerca
avanzata

Roma, Bisanzio, Mosca. Le concezioni di «impero» e di «popolo di Dio» nello sviluppo culturale dell'Europa orientale

di Ivánka Endre von Konrad M. (cur.) edito da Studium, 2019

  • Prezzo di Copertina: € 18,00
  • € 17,10
  • Risparmi il 5% (€ 0,90)

Informazioni bibliografiche del Libro

 

Roma, Bisanzio, Mosca. Le concezioni di «impero» e di «popolo di Dio» nello sviluppo culturale dell'Europa orientale: Gli antichi romani pensavano che, grazie alla qualità ideale del loro ordinamento giuridico, potessero mirare a realizzare una comunità umana universale. Anche i cristiani, avendo ricevuto un mandato da parte di Dio di riunire tutti gli uomini in un solo popolo, si trovavano con una missione universale in questo mondo. Come coordinare queste concorrenti pretese di universalità da parte dell'Impero e della Chiesa? In questo libro, il bizantinista Endre von Ivánka affronta questa domanda esaminando differenti concezioni di "impero" e di "popolo di Dio" in tre epoche storiche: la prima dall'ascesa dell'imperatore Augusto fino alla caduta dell'Impero d'Occidente nel 476; la seconda dall'affermarsi dell'Impero Bizantino fino alla sua caduta nel 1453. L'ultima considera gli sviluppi all'interno dell'ortodossia russa fino alla Rivoluzione d'ottobre. Secondo von Ivánka, le importanti differenze tra cattolici e ortodossi nella concezione del rapporto tra Chiesa e Stato sono da ricondurre più a fattori storici che a eventuali influssi culturali sui bizantini, estranei alla tradizione europea. Alcuni importanti eventi storici degli ultimi due secoli potrebbero inoltre accendere la speranza di un riavvicinamento dei due ambiti culturali e religiosi.
The ancient Romans thought that, thanks to the ideal quality of their legal system, they could aim to create a universal human community. Christians, having received a mandate from God to unite all men inone people, were also on a universal mission in this world. How can we coordinate these competing claims of universality on the part of the Empire and the Church? In this book, the Byzantineist Endre von Iuknka addresses this question by examining different conceptions of "empire" and "God's people" in three historical epochs: the first since the rise of Emperor Augustus until the fall of the Western Empire in 476; the second since the emergence of the Byzantine Empire until its fall in 1453. The latter considers developments within Russian orthodoxy until the October Revolution. According to von Ivnka, the important differences between Catholics and Orthodox in the conception of the relationship between Church and State can be traced more to historical factors than to any cultural influences on the Byzantines, which are unrelated to the European tradition. Some important historical events of the last two centuries could also ignite the hope of a rapprochement of the two cultural and religious spheres.

Promozione Il libro "Roma, Bisanzio, Mosca. Le concezioni di «impero» e di «popolo di Dio» nello sviluppo culturale dell'Europa orientale" su Unilibro.it è nell'offerta di libri scontati Tantissimi libri in promozione sconto

 Recensioni Scrivi la tua recensione del libro "Roma, Bisanzio, Mosca. Le concezioni di «impero» e di «popolo di Dio» nello sviluppo culturale dell'Europa orientale"

Dello stesso autore: Ivánka Endre von; Konrad M. (cur.)
Bisanzio. Luogo d'incontro tra pensiero greco e fede cristiana libro di Ivánka Endre von Konrad M. (cur.)
Bisanzio. Luogo d'incontro tra pensiero greco e fede cristiana
libro di Ivánka Endre von  Konrad M. (cur.) 
edizioni Lateran University Press collana Memoria viva;
€ 20,00
Potrebbero interessarti anche questi prodotti
The Homilies of St John Chrysostom-Provenance. Reshaping The Foundations libro di Mayer Wendy
The Homilies of St John Chrysostom-Provenance. Reshaping The Foundations
libro di Mayer Wendy 
edizioni Edizioni Orientalia Christiana collana Orientalia christiana analecta;
disponibilità immediata
€ 40,00

 Recensioni Scrivi la tua recensione del libro "Roma, Bisanzio, Mosca. Le concezioni di «impero» e di «popolo di Dio» nello sviluppo culturale dell'Europa orientale"