ricerca
avanzata

I sogni dei bambini. Seminario tenuto nel 1936-41. Vol. 1

di Jung Carl Gustav Jung L. (cur.) Meyer-Grass M. (cur.) edito da Bollati Boringhieri, 2013

Informazioni bibliografiche del Libro

 

I sogni dei bambini. Seminario tenuto nel 1936-41. Vol. 1: Si fa un sogno o si ha un sogno? Nessun dubbio per Jung: la demiurgia del fare è del tutto sviante, dal momento che è il sogno a darsi invece al sognatore. "Il sogno ci è sognato. L'oggetto siamo noi". E quando ad avere un sogno è un bambino, l'enigma di questo accadimento mosso da una finalità inconscia sfida ancor di più chi lo deve decifrare. Compito in cui la psicologia analitica dispiega una sottigliezza degna del Talmud, mettendone a frutto la massima che identifica il sogno con la sua interpretazione. Vertiginoso negli scandagli mitologici e sapienziali, storico-religiosi, alchemici e letterari, il lavoro di Jung e dei suoi allievi durante il seminario degli anni 1936-41 scompone come in un gioco di pazienza un materiale onirico in genere riferito in età adulta, dopo essere rimasto impresso per decenni. Ogni minimo dettaglio, ogni sequenza, ogni figura simbolica comincia ad assumere significanza grazie alla forza radiale di un'immagine archetipica, che amplifica e potenzia laddove - sentenzia Jung - il riduttivista Freud "porterebbe alla ribalta solo qualche piccola miseria".
It is a dream or a dream? No doubt for Jung: making demiurgia is quite confusing, since it is the dream to give instead to the dreamer. "The dream we dreamed. The object we are. " And when to have a child is a dream, the enigma of this occurrence by an unconscious purpose challenge even more who must decipher. Task in which analytical psychology unfolds a subtlety worthy of Talmud, putting to good use the maxim that identifies the dream with his interpretation. Vertiginous in Sabrina and sapiential mythological, religious, historical and literary Alchemy, Jung and his students during a seminar of the years 1936-41 breaks down as in a game of patience a dreamlike material typically reported in adulthood, after he impressed for decades. Every detail, every sequence, each picture begins to take on symbolic significance due to the radial force of an archetypal image that amplifies and enhances where sentence Jung-il-riduttivista Freud "would bring to prominence only a few small misery".

 Recensioni Scrivi la tua recensione del libro "I sogni dei bambini. Seminario tenuto nel 1936-41. Vol. 1"

Dello stesso autore: Jung Carl Gustav; Jung L. (cur.); Meyer-Grass M. (cur.)
I sogni dei bambini. Seminario tenuto nel 1936-41. Vol. 2 libro di Jung Carl Gustav Jung L. (cur.) Meyer-Grass M. (cur.)
I sogni dei bambini. Seminario tenuto nel 1936-41. Vol. 2
libro di Jung Carl Gustav  Jung L. (cur.)  Meyer-Grass M. (cur.) 
edizioni Bollati Boringhieri collana Seminari di Carl Gustav Jung;
€ 45,00
Potrebbero interessarti anche questi prodotti
Rispecchiamenti dell'anima. Proiezione e raccoglimento interno nella psicologia di C. G. Jung libro di Franz Marie-Louise von
Rispecchiamenti dell'anima. Proiezione e raccoglimento interno nella psicologia di C. G. Jung
libro di Franz Marie-Louise von 
edizioni La Biblioteca di Vivarium collana Jung e dintorni;
consegna in 24 ore
€ 20,00

-15%

Il manuale della felicità. Le dieci regole pratiche che ti miglioreranno la vita libro di Morelli Raffaele
Il manuale della felicità. Le dieci regole pratiche che ti miglioreranno la vita
libro di Morelli Raffaele 
edizioni Mondadori collana Vivere meglio;
consegna in 24 ore
€ 16,00
€ 13,60

 Recensioni Scrivi la tua recensione del libro "I sogni dei bambini. Seminario tenuto nel 1936-41. Vol. 1"