ricerca
avanzata

L'insostenibile leggerezza dell'essere

di Milan Kundera edito da Adelphi, 1989

  • Prezzo di Copertina: € 12,00
  • € 11,40
  • Risparmi il 5% (€ 0,60)

Informazioni bibliografiche del Libro

  • Titolo del Libro: L'insostenibile leggerezza dell'essere
  • AutoreMilan Kundera
  • Editore: Adelphi
  • Collana: Gli Adelphi , Nr. 1
  • Edizione: 28°
  • Data di Pubblicazione: 1989
  • Genere: letterature straniere: testi
  • Pagine: 318
  • Traduttore: Barbato A.; Dierna G.
  • Peso gr: 260
  • Dimensioni mm: 19 x 12 x 2
  • ISBN-10: 8845906868
  • ISBN-13:  9788845906862

 

’L’insostenibile leggerezza dell’essere’ appare un apologo, una mirabile riflessione di prosa sulla pesantezza che prende gli uomini, e prende le donne, quando si legano limitandosi all’esclusività amorosa, di pensiero e di sensi. "Presunzione fatta pietra" è scritto. La vita umana ("la vita - scrive Kundera- somiglia a uno schizzo. Ma nemmeno schizzo è la parola esatta, perché uno schizzo è sempre un abbozzo di qualcosa, la preparazione di un quadro, mentre lo schizzo della nostra vita è uno schizzo di nulla"), di per sé leggerissima quanto un solo soffio che passa distratto portandoci in dote altre cose leggere (la polvere, un odore, l’eco di parole già dette) può diventare stasi catramosa e stantia, immobilità perturbante, delirio ossessivo, immobile e fermo. Non che Kundera ci offra l’apoteosi del libertinaggio più futile, degno di questi nostri tempi assai celeri: l’autore, tuttavia, sembra soffiarci la bellezza della levità, quando non è vuoto o assenza di significato. Scelta rivoluzionaria, perché opposta al piombo delle ideologie, degli appelli accatastati, dei realismi veritieri e gravosi, determina la nascita di un’opera variabilmente polifonica in cui, personaggi-voci, fanno composizione alternando i propri punti di vista, le proprie differenti sensazioni umorali, la propria ostentata piaga alla carne. Queste voci (Tomàs e Teresa, Franz e Sabina) ora suonano assieme, come in una paritura perfetta, ora s’incrinano contrastandosi, ora producono miraboli assoli che stridono, alzano il tono, lasciano all’aria assonanze. In quell’aria leggera, che porta altre cose leggere: la polvere, un odore, l’eco di parole già dette...

Recensione Unilibro a cura di Alex Toppi

Promozione Il libro "L'insostenibile leggerezza dell'essere" su Unilibro.it è nell'offerta di libri scontati Tantissimi libri in promozione sconto

 Recensioni Scrivi la tua recensione del libro "L'insostenibile leggerezza dell'essere"

Sono disponibili anche queste edizioni di

-5%

L'insostenibile leggerezza dell'essere libro di Kundera Milan
L'insostenibile leggerezza dell'essere
Kundera Milan
edizioni Adelphi
Fabula
, 1985
€ 25,00
€ 23,75
L'insostenibile leggerezza dell'essere libro di Kundera Milan
L'insostenibile leggerezza dell'essere
Kundera Milan
edizioni Edizioni Welcome

, 2019
€ 12,00

-5%

L'insostenibile leggerezza dell'essere letto da Fabrizio Bentivoglio. Audiolibro. CD Audio formato MP3. Ediz. integrale  di Kundera Milan
L'insostenibile leggerezza dell'essere letto da Fabrizio Bentivoglio. Audiolibro. CD Audio formato MP3. Ediz. integrale
Kundera Milan
edizioni Emons Edizioni
Bestsellers
, 2015
€ 16,90
€ 16,10
Dello stesso autore: Kundera Milan

-5%

La festa dell'insignificanza libro di Kundera Milan
La festa dell'insignificanza
libro di Kundera Milan 
edizioni Adelphi collana Fabula;
€ 16,00
€ 15,20

-5%

Un Incontro libro di Kundera Milan
Un Incontro
libro di Kundera Milan 
edizioni Adelphi collana Biblioteca Adelphi;
€ 17,00
€ 16,15

-5%

L'insostenibile leggerezza dell'essere letto da Fabrizio Bentivoglio. Audiolibro. CD Audio formato MP3. Ediz. integrale  di Kundera Milan
L'insostenibile leggerezza dell'essere letto da Fabrizio Bentivoglio. Audiolibro. CD Audio formato MP3. Ediz. integrale
libro di Kundera Milan 
edizioni Emons Edizioni collana Bestsellers;
€ 16,90
€ 16,06
FETE DE L'INSIGNIFIANCE (LA) libro di KUNDERA MILAN
FETE DE L'INSIGNIFIANCE (LA)
libro di KUNDERA MILAN 
edizioni Sodis
€ 9,30

-5%

La festa dell'insignificanza libro di Kundera Milan
La festa dell'insignificanza
libro di Kundera Milan 
edizioni Adelphi collana Gli Adelphi;
€ 10,00
€ 9,50

-5%

RISIBLES AMOURS libro di KUNDERA MILAN
RISIBLES AMOURS
libro di KUNDERA MILAN 
edizioni Sodis
€ 10,00
€ 9,50
Potrebbero interessarti anche questi prodotti

-5%

Il libro del riso e dell'oblio libro di Kundera Milan
Il libro del riso e dell'oblio
libro di Kundera Milan 
edizioni Adelphi collana Gli Adelphi;
€ 10,00
€ 9,50

-5%

Siddharta libro di Hesse Hermann
Siddharta
libro di Hesse Hermann 
edizioni Adelphi collana Piccola biblioteca Adelphi;
€ 12,00
€ 11,40

-5%

La lentezza libro di Kundera Milan
La lentezza
libro di Kundera Milan 
edizioni Adelphi collana Gli Adelphi;
€ 11,00
€ 10,45

-5%

Amori ridicoli libro di Kundera Milan
Amori ridicoli
libro di Kundera Milan 
edizioni Adelphi collana Gli Adelphi;
€ 12,00
€ 11,40

-5%

Anatomia dell'irrequietezza libro di Chatwin Bruce Borm J. (cur.) Graves M. (cur.)
Anatomia dell'irrequietezza
libro di Chatwin Bruce  Borm J. (cur.)  Graves M. (cur.) 
edizioni Adelphi collana Gli Adelphi;
€ 12,00
€ 11,40

-5%

L'ignoranza libro di Kundera Milan
L'ignoranza
libro di Kundera Milan 
edizioni Adelphi collana Gli Adelphi;
€ 11,00
€ 10,45

 Recensioni Scrivi la tua recensione del libro "L'insostenibile leggerezza dell'essere"

 
Le Recensioni degli Utenti Unilibro
"L'insostenibile leggerezza dell'essere"
La leggerezza dell’aria
Alex Toppi, 2011-11-23
4

’L’insostenibile leggerezza dell’essere’ appare un apologo, una mirabile riflessione di prosa sulla pesantezza che prende gli uomini, e prende le donne, quando si legano limitandosi all’esclusività amorosa, di pensiero e di sensi. "Presunzione fatta pietra" è scritto. La vita umana ("la vita - scrive Kundera- somiglia a uno schizzo. Ma nemmeno schizzo è la parola esatta, perché uno schizzo è sempre un abbozzo di qualcosa, la preparazione di un quadro, mentre lo schizzo della nostra vita è uno schizzo di nulla"), di per sé leggerissima quanto un solo soffio che passa distratto portandoci in dote altre cose leggere (la polvere, un odore, l’eco di parole già dette) può diventare stasi catramosa e stantia, immobilità perturbante, delirio ossessivo, immobile e fermo. Non che Kundera ci offra l’apoteosi del libertinaggio più futile, degno di questi nostri tempi assai celeri: l’autore, tuttavia, sembra soffiarci la bellezza della levità, quando non è vuoto o assenza di significato. Scelta rivoluzionaria, perché opposta al piombo delle ideologie, degli appelli accatastati, dei realismi veritieri e gravosi, determina la nascita di un’opera variabilmente polifonica in cui, personaggi-voci, fanno composizione alternando i propri punti di vista, le proprie differenti sensazioni umorali, la propria ostentata piaga alla carne. Queste voci (Tomàs e Teresa, Franz e Sabina) ora suonano assieme, come in una paritura perfetta, ora s’incrinano contrastandosi, ora producono miraboli assoli che stridono, alzano il tono, lasciano all’aria assonanze. In quell’aria leggera, che porta altre cose leggere: la polvere, un odore, l’eco di parole già dette...

"L'insostenibile leggerezza dell'essere"
Il significato delle cose che hanno un peso, o la leggerezza della vita senz’anima.
Fabio Galizia, 2011-11-19
4

L’insostenibile leggerezza dell’essere è indubbiamente l’opera più rinomata dello scrittore ceco Milan Kundera. Il titolo offre la sintesi di tutta la storia, che si snoda nel corso delle vite e degli incontri fra quattro personaggi, in cui spicca però la coppia formata da Tomas e Tereza. Tomas è un medico, che vede la propria carriera messa in pericolo da un suo coinvolgimento in attività poco apprezzate dal regime che domina la Cecoslovacchia negli anni Sessanta. Siamo nel periodo della Primavera di Praga, ossia nel periodo in cui le idee di libertà si affacciavano e prendevano corpo nelle manifestazioni e nelle menti di tanti giovani e meno giovani, che mal tolleravano l’invadente presenza sovietica sul proprio territorio. Per colpa delle sue idee politiche, Tomas perde il posto e la possibilità di fare carriera. Ha la possibilità di trasferirsi in Svizzera, dove alcuni medici lo stimano e gli indicano nuove opportunità per vivere adeguatamente. Il destino sembra però avere per Tomas altri disegni. L’incontro con Tereza, del tutto occasionale, è la chiave di volta della sua vita. Il loro incontro è pari all’incontro che il medico donnaiolo ha con tante altre donne: lui è un inguaribile seduttore, lei lo sa ma si affeziona all’uomo al punto di tollerare qualunque cosa. Il loro rapporto è un insieme di diversi sentimenti: affetto, complicità, amicizia, reciproca comprensione, sesso e forse altro ancora che l’autore riesce a mostrare intuitivamente, nel corso di vicende che li vedono invecchiare insieme. Il romanzo racconta lo sviluppo della loro storia, dall’incontro in un bar fino alla vecchiaia e alla misteriosa morte di entrambi. E’ un romanzo profondo, che tocca temi che raramente uno scrittore ha cercato di sviscerare nella forma di romanzo. Kundera può dirsi un esistenzialista, ma qualunque definizione sembra calzare stretta per lo scrittore ceco, che ha vissuto in prima persona il dramma dell’occupazione sovietica, della repressione e infine dell’esilio dalla sua amata Praga. Temi che si intrecciano, nelle pagine di quest’opera, sono il significato e il peso delle cose importanti che ci legano, che danno senso e spessore alla vita. Meglio vivere una vita leggera o pesante? Meglio vivere senza emozioni profonde, invulnerabili alla sofferenza che si accusa per la perdita di quel che ci è più caro, o vivere invece ancorati a certezze e sensazioni vere, reali, sicure, quando queste sembrano vincolarci e renderci impossibile la fuga in qualche momento fatidico? Leggera è la vita di Tomas, pesante è la vita di Tereza. Il loro incontro sembra creare un piccolo cortocircuito, in cui i reciproci stili di vita sono chiamati a una specie di compromesso. Un libro indimenticabile.