ricerca
avanzata

La questua. Quanto costa la Chiesa agli italiani

di Curzio Maltese edito da Feltrinelli, 2008

  • Prezzo di Copertina: € 14,00
  • € 13,30
  • Risparmi il 5% (€ 0,70)

Informazioni bibliografiche del Libro

 

La questua. Quanto costa la Chiesa agli italiani: Un miliardo di euro dai versamenti dell'otto per mille. 650 milioni per gli stipendi degli insegnanti di religione. 700 milioni per le convenzioni su scuola e sanità. 250 milioni per il finanziamento dei Grandi Eventi. Una cifra enorme passa ogni anno dal bilancio dello Stato italiano e degli enti locali alle casse della Chiesa cattolica. A cui bisognerebbe aggiungere almeno il cumulo di vantaggi fiscali concessi al Vaticano e oggi al centro di un'inchiesta dell'Unione europea: il mancato incasso dell'lci, l'esenzione da Irap, Ires e altre imposte, l'elusione consentita per le attività turistiche e commerciali. Per un totale di circa 4 miliardi di euro, più o meno mezza finanziaria, l'equivalente di un Ponte sullo Stretto o di un Mose all'anno. Una somma (è la stessa Conferenza episcopale italiana a dichiararlo) che solo per un quinto viene destinata a interventi di carità e di assistenza sociale.
1 billion from deposits of eight per thousand. 650 million for salaries of teachers of religion. 700 million for agreements on school and healthcare. 250 million for the financing of major events. A huge figure runs every year from the State budget and local Italian at tills of the Catholic Church. To which we should add at least the pile of tax advantages granted to the Vatican and now the subject of an investigation of the European Union: the non-collection of the lci, exemption from Irap, Corporate and other taxes, tourist and commercial activity allowed for avoidance. For a total of about 4 billion, roughly half the financial equivalent of a bridge across the Strait or a Mose per year. A sum (it is the same Italian Bishops to declare it) that only one fifth is destined to charity and social work interventions.

Promozione Il libro "La questua. Quanto costa la Chiesa agli italiani" su Unilibro.it è nell'offerta di libri scontati Tantissimi libri in promozione sconto

 Recensioni Scrivi la tua recensione del libro "La questua. Quanto costa la Chiesa agli italiani"

Dello stesso autore: Maltese Curzio

-5%

La bolla. La pericolosa fine del sogno berlusconiano libro di Maltese Curzio
La bolla. La pericolosa fine del sogno berlusconiano
libro di Maltese Curzio 
edizioni Feltrinelli collana Serie bianca;
€ 13,00
€ 12,35

-5%

I padroni delle città libro di Maltese Curzio
I padroni delle città
libro di Maltese Curzio 
edizioni Feltrinelli collana Serie bianca;
€ 14,00
€ 13,30

-5%

Come ti sei ridotto. Modesta proposta di sopravvivenza al declino della nazione libro di Maltese Curzio
Come ti sei ridotto. Modesta proposta di sopravvivenza al declino della nazione
libro di Maltese Curzio 
edizioni Feltrinelli collana Super universale economica;
€ 9,00
€ 8,55
Potrebbero interessarti anche questi prodotti

-5%

L'uomo che non credeva in Dio libro di Scalfari Eugenio
L'uomo che non credeva in Dio
libro di Scalfari Eugenio 
edizioni Einaudi collana Supercoralli;
€ 16,50
€ 15,68

-5%

Se li conosci li eviti libro di Gomez Peter Travaglio Marco
Se li conosci li eviti
libro di Gomez Peter  Travaglio Marco 
edizioni Chiarelettere collana Principioattivo;
€ 14,60
€ 13,87

-55%

Italia anno zero libro di Travaglio Marco Senesi Vauro Borromeo Beatrice
Italia anno zero
libro di Travaglio Marco  Senesi Vauro  Borromeo Beatrice 
edizioni Chiarelettere collana Reverse;
€ 16,00
€ 7,20
Gomorra. Viaggio nell'impero economico e nel sogno di dominio della camorra libro di Saviano Roberto
Gomorra. Viaggio nell'impero economico e nel sogno di dominio della camorra
libro di Saviano Roberto 
edizioni Mondadori collana Strade blu;
€ 15,50

 Recensioni Scrivi la tua recensione del libro "La questua. Quanto costa la Chiesa agli italiani"

 
Le Recensioni degli Utenti Unilibro
"La questua. Quanto costa la Chiesa agli italiani"
Maltese dimentica quanto dà la Chiesa
,
1

La Chiesa cattolica, italiana ed universale, non è assimilabile alla “casta” dei politici. La sua presenza, in Italia e nel mondo, non può esser valutata solo in termini di costi e la sua voce non può esser accusata, solo e sempre, d’interferire e di attentare alla libertà e alla laicità dello Stato. Ovunque ed anche nel nostro paese, la Chiesa dà molto di più di quanto riceva dallo Stato. E’ sul territorio (in Italia con 25 mila parrocchie e 6 mila oratori o patronati e con circa 300 tra ospedali, case di cura e ambulatori, un lebbrosario, 1.800 case per anziani e disabili, 1.100 tra orfanotrofi e asili nido, oltre 500 consultori familiari e altre 2.700 strutture socio-sanitarie, con svariate migliaia di scuole, cooperative, centri sportivi, per l’impiego e la formazione professionale, mense per i poveri, comunità terapeutiche e di recupero, ostelli, strutture d’accoglienza e assistenza, associazioni di lavoratori). E’ vicina ai problemi della gente. Fa un lavoro di supplenza dello Stato nel sociale. La Chiesa, insomma, è una risorsa e, in Italia, restituisce in servizi buona parte di quanto ottiene con l’8 per mille o grazie alle convenzioni in ambito scolastico e sanitario. Di fatto la Chiesa cattolica è, con quasi 116 mila strutture di assistenza, la più grande organizzazione impegnata in ambito sociale e sanitario e la sua presenza è fondamentale in particolare nel sud del mondo: Asia, Africa, America latina. A livello mondiale la Chiesa gestiva, al 31 dicembre 2006 (dati dell’Annuario Statistico, sconosciuti ai più ed ignorati dai media): 5.244 ospedali, 17.600 ambulatori, 528 lebbrosari, 15.375 case per invalidi, disabili, anziani e malati cronici, 9.308 orfanotrofi, 11.034 asili nido, 13.354 consultori familiari e 43.450 altri centri di aiuto e rieducazione sociale. Nel campo dell’istruzione, la Chiesa gestiva (dati 2006) 64.410 scuole materne, 90.152 elementari, 39.370 secondarie e diverse migliaia di istituti superiori ed università.