ricerca
avanzata

Michelle Bachelet. La primavera del Cile

di Leonardo Martinelli edito da Sperling & Kupfer, 2007

  • € 16,50

Michelle Bachelet. La primavera del Cile: Michelle Bachelet, la prima donna che si sia insediata alla Moneda, rappresenta davvero qualcosa di nuovo, in Cile: è stata una militante socialista fin da giovanissima, ma non è un politico di professione; è stata marxista, e non rinnega quell'esperienza, che considera fondamentale per la sua formazione; è dichiaratamente agnostica e separata, in un Paese molto cattolico, dove il divorzio è legale solo da pochi anni. Grazie alla sua storia personale, ha potuto gettare un ponte fra il vecchio e il nuovo Cile e trovare appoggio in ambienti differenti. E figlia di un militare, il generale Alberto Bachelet, accusato di tradimento per la sua lealtà nei confronti di Salvador Allende e morto nelle carceri di Pinochet. Lei stessa è stata rinchiusa a Villa Grimaldi, il principale centro di tortura nel periodo del regime, e costretta all'esilio. Non ha concesso i funerali di Stato al dittatore, morto nel dicembre 2006, ma è stata fra le prime a parlare della necessità di un "reencuentro" della società cilena, sulla base di valori comuni. E cresciuta in una famiglia della piccola borghesia, è colta e laureata in Medicina, ma conosce le difficoltà delle donne che lavorano e, nella sua attività di medico, è stata sempre impegnata nel servizio pubblico. Leonardo Martinelli ha ricostruito la vita privata e politica della "Presidenta" attraverso un'intervista esclusiva e decine di testimonianze, cercando di capire se riuscirà a vincere la sfida di cambiare il suo Paese.

Informazioni bibliografiche del Libro

 Recensioni Scrivi la tua recensione del libro "Michelle Bachelet. La primavera del Cile"

 Recensioni Scrivi la tua recensione del libro "Michelle Bachelet. La primavera del Cile"