ricerca
avanzata

L'ora più buia. Maggio 1940: come Churchill ha salvato il mondo dal baratro

di Anthony McCarten edito da Mondadori, 2018

  • Prezzo di Copertina: € 19,50
  • € 16,58
  • Risparmi il 15% (€ 2,92)

L'ora più buia. Maggio 1940: come Churchill ha salvato il mondo dal baratro: Eroe di guerra Patriota Ubriacone Imperialista Politico Depresso Scrittore Visionario Aristocratico Voltagabbana Pittore Nel maggio del 1940 queste erano solo alcune delle «credenziali» con cui Winston Spencer Churchill si presentava alla Camera dei Comuni per assumere l'incarico di primo ministro del Regno Unito La nazione era in guerra da otto mesi e le cose non stavano andando affatto bene Più che un nuovo capo del governo, il paese invocava un condottiero, e pochi, in quei giorni cupi, avrebbero scommesso sull'ormai sessantacinquenne primo lord dell'Ammiragliato Bastarono invece quattro settimane perché i sudditi di Sua Maestà scoprissero in lui il grande leader, l'uomo capace di commuovere e spronare, il comandante in grado di salvare l'esercito britannico dalla catastrofe di Dunkerque e di decidere così le sorti del conflitto Eppure, nei giorni drammatici in cui le inarrestabili armate tedesche si impossessavano dell'Europa occidentale e sembravano pronte a sferrare il colpo finale contro la Gran Bretagna, nella sala del Gabinetto di guerra Churchill meditava seriamente sulla possibilità di avviare trattative di pace con Hitler Ma fino a che punto il leader britannico si spinse sulla via di un accordo con il Führer? Fino a un punto pericoloso, come sembrano rivelare i verbali delle riunioni del Gabinetto di guerra conservati presso i National Archives di Londra In quelle ore fatali di incertezza ed esitazione, Churchill parve davvero a un passo dal prendere una decisione che avrebbe cambiato i destini del mondo Why he didn't? Why not hearkened to those who believed that this was the only way to avoid the debacle? With the darkest hour the writer and screenwriter Anthony McCarten reconstructs the events of those weeks, restoring an image of Winston Churchill entirely unprecedented, far from the icon of the statesman confident and sure of victory From these pages emerge instead a man torn by doubt, almost crushed by the weight of responsibility and reduced on the corner by the pressure of events, but that, nevertheless, was able to find the courage to stand in front of your country, to convince, inspire, instill in the hearts of the British people feelings which itself knew not to own It was in those days tormented that Churchill broke the inertia, rejected any idea of negotiations and addressed the nation one of the most famous speeches of all time, using what appeared to be the only weapon at his disposal: the words It is said that in the darkest hour he was able to mobilize and send into battle in English It's not just a beautiful metaphor That speech was undoubtedly a magnificent essay by oratory, an art that Churchill had learned from the Greeks and Latins, in particular by Cicero But, above all, was his way of staying on the right side of history

Informazioni bibliografiche del Libro

Promozione Il libro "L'ora più buia. Maggio 1940: come Churchill ha salvato il mondo dal baratro" su Unilibro.it è nell'offerta di libri scontati Libri al Cinema: tutti i Romanzi che hanno ispirato i Film del momento!

 Recensioni Scrivi la tua recensione del libro "L'ora più buia. Maggio 1940: come Churchill ha salvato il mondo dal baratro"

 Recensioni Scrivi la tua recensione del libro "L'ora più buia. Maggio 1940: come Churchill ha salvato il mondo dal baratro"