ricerca
avanzata

Quando l'abito faceva il monaco. 62 figurini monastici conservati nel Museo Diocesano di Santo Stefano al ponte di Firenze

di Lara Mercanti Giovanni Straffi edito da Polistampa, 2006

Informazioni bibliografiche del Libro

 

Quando l'abito faceva il monaco. 62 figurini monastici conservati nel Museo Diocesano di Santo Stefano al ponte di Firenze: Sessantadue "figurini" di monaci, conservati nel Museo Diocesano di Santo Stefano al Ponte di Firenze, ci conducono nell'affascinante e misterioso mondo degli ordini religiosi. Le normative dei vari Istituti avvertivano (ricordiamo l'antichissimo detto) che l'abito non fa il monaco, ma gli attribuivano anche l'importante compito di specificare chi si era e quale ruolo si ricopriva. In alcuni periodi l'abito assunse un valore che superava la funzione pratica: alcuni ordini lo imponevano anche di notte, altri non permettevano di toglierlo nemmeno durante gravi malattie. Scrive nel 1705 Clemente Pistelli a proposito del fondatore dei chierici regolari minori: "non mirò giamai (oltre le mani) parte alcuna del suo corpo ignuda; che perciò dormiva sempre vestito, e bisognandogli talvolta rappezzar le calzette, non le levava dalle gambe, per non lasciarle scoperte, ma sopra di esse le raggiustava al meglio". L'epoca della realizzazione dei sessantadue quadretti è da collocarsi intorno alla prima metà del Settecento.
Sixty-two "sketches" of monks, preserved in the Museo Diocesano di Santo Stefano al Ponte, Florence, lead us into the fascinating and mysterious world of religious orders. The regulations of the various institutes warned (remember the ancient said) that the dress does not make the man, but he attributed the important task to specify who he was and what role is covered. At certain times the length assumed a value which exceeded the practical function: some orders the imposed even at night, others not allowed to remove it even during serious illnesses. Writes in 1705 Clement Pistelli about the founder of the clerics regular minor: "Miro Jamaican (over) no part of her body naked; therefore always slept dressed, and bisognandogli sometimes rappezzar the socks, I rose from the legs, don't let her discoveries, but above them the raggiustava at best ". The age of sixty-two squares is to be placed around the first half of the eighteenth century.

 Recensioni Scrivi la tua recensione del libro "Quando l'abito faceva il monaco. 62 figurini monastici conservati nel Museo Diocesano di Santo Stefano al ponte di Firenze"

Dello stesso autore: Mercanti Lara; Straffi Giovanni

-55%

Le chiese. Arte e storia degli edifici religiosi di Firenze libro di Mercanti Lara Straffi Giovanni
Le chiese. Arte e storia degli edifici religiosi di Firenze
libro di Mercanti Lara  Straffi Giovanni 
edizioni Alinea collana Firenze;
€ 15,50
€ 6,98

 Recensioni Scrivi la tua recensione del libro "Quando l'abito faceva il monaco. 62 figurini monastici conservati nel Museo Diocesano di Santo Stefano al ponte di Firenze"