ricerca
avanzata

Al largo di Okinawa. Petrolio, armi, spie e affari nella sfida tra Cina e Usa

di Salvatore Monni Alessandro Spaventa edito da Laterza, 2009

  • Prezzo di Copertina: € 15,00
  • € 12,75
  • Risparmi il 15% (€ 2,25)

Informazioni bibliografiche del Libro

 

Al largo di Okinawa. Petrolio, armi, spie e affari nella sfida tra Cina e Usa: Stremati da due conflitti e da una crisi finanziaria di proporzioni mai viste, gli Stati Uniti faticano sempre più a conservare il ruolo di superpotenza mondiale, mentre a Washington politici e generali - concentrati su Iraq, Iran e Medio Oriente - sembrano non realizzare quanto è ormai palese per molti. La vera sfida del XXI secolo non sarà contro i terroristi, ma contro una potenza riemergente dopo più di un secolo di letargo: la Cina. Con un'economia che ha tassi di crescita annui del 9-10% la Repubblica popolare cinese è oggi il secondo consumatore di petrolio al mondo, tra Usa e Giappone, e il suo fabbisogno è destinato a crescere se, come recitano le previsioni, entro il 2030 diverrà la prima economia del pianeta. Una presenza tanto ingombrante e competitiva non può che far saltare gli equilibri economici e politici internazionali. Vale per tutti il caso della corsa mondiale al controllo delle materie prime. In Africa, vero eldorado emergente dello sfruttamento petrolifero del nuovo millennio, i cinesi sono già ovunque e hanno scalzato la tradizionale influenza occidentale. Il motivo è semplice: fanno affari senza porre condizioni come americani ed europei. Niente più richieste di riforme, niente trasparenza, stato di diritto e altri obiettivi neo-liberali. Date le premesse, lo scontro che si profila minaccia dimensioni epiche e toni drammatici.
Exhausted from two conflicts and by a financial crisis of proportions not seen, the United States increasingly struggle to preserve the role of superpower, while in Washington politicians and generals-focused on Iraq, Iran and the Middle East--don't seem to realize how much has become obvious to many. The real challenge of the 21st century will not be against terrorists, but against a re-emerging power after more than a century of dormancy: China. With an economy that has annual growth rates of 9-10% the People's Republic of China is now the second largest consumer of oil in the world, between the U.S. and Japan, and its demand is expected to grow if, as planned, by 2030 will become the first economy on the planet. A presence so cumbersome and competitive can only blow up international economic and political balances. Is true for all the world to race case raw material inspection. Emerging oil exploitation in Africa, eldorado of the new millennium, the Chinese are already everywhere and have undermined the traditional Western influence. The reason is simple: they do business without conditions as Americans and Europeans. No more requests for reforms, no transparency, rule of law and other neo-liberal goals. In these circumstances, the clash is looming threat epic scale and dramatic tones.

Promozione Il libro "Al largo di Okinawa. Petrolio, armi, spie e affari nella sfida tra Cina e Usa" su Unilibro.it è nell'offerta di libri scontati Migliaia di LIBRI in Sconto -15%

 Recensioni Scrivi la tua recensione del libro "Al largo di Okinawa. Petrolio, armi, spie e affari nella sfida tra Cina e Usa"

Potrebbero interessarti anche questi prodotti

-15%

L'imperialismo dell'auto. Auto + petrolio = guerra libro di Jaffe Hosea
L'imperialismo dell'auto. Auto + petrolio = guerra
libro di Jaffe Hosea 
edizioni Jaca Book collana Di fronte e attraverso. Terra terra;
consegna in 24 ore
€ 12,00
€ 10,20

 Recensioni Scrivi la tua recensione del libro "Al largo di Okinawa. Petrolio, armi, spie e affari nella sfida tra Cina e Usa"