ricerca
avanzata

Una notte ho sognato che parlavi. Così ho imparato a fare il padre di mio figlio autistico

di Gianluca Nicoletti edito da Mondadori, 2014

  • Prezzo di Copertina: € 9,00
  • € 7,65
  • Risparmi il 15% (€ 1,35)

Una notte ho sognato che parlavi. Così ho imparato a fare il padre di mio figlio autistico: Queste pagine narrano la storia quotidianamente e banalmente vera di Tommy, un simpatico e riccioluto adolescente autistico. E del suo straordinario rapporto con il padre, Gianluca Nicoletti. Di un bambino che a tre anni era tanto buono e silenzioso - forse persino troppo - e di suo padre che, quando un neuropsichiatra sentenziò: "Suo figlio è attratto più dagli oggetti che dalle persone", non trovò tutto ciò affatto strano. (In fondo, era stato così anche per lui: aveva cominciato a parlare tardissimo e ora si guadagnava da vivere proprio parlando; quindi, prima o poi, pure Tommy avrebbe iniziato a farsi sentire.) In seguito, con l'arrivo dell'adolescenza, le cose in famiglia improvvisamente cambiarono: quel bambino taciturno diventa un gigante con i peli, forzuto, talvolta aggressivo, spesso incontrollabile, e Gianluca, chiamato in causa dalla moglie sconfortata, si scopre - suo malgrado - un genitore felicemente indispensabile. "Il padre di un autistico di solito fugge. Quando non fugge, nel tempo lui e il figlio diventano gemelli inseparabili. Tommy è la mia ombra silenziosa" scrive Nicoletti. "E un oracolo da ascoltare stando fermi, e senza troppo arrabattarsi a farlo agitare sui nostri passi. Molto più interessante è respirarlo e cercare di rubare qualcosa del suo segreto d'immota serenità." E allora ecco il racconto dolceamaro, sempre franco e disincantato, di un piccolo universo quotidiano...
These pages tell the story daily and trivially true for Tommy, a cute and curly autistic teenager. And his extraordinary relationship with his father, Gianluca Nicoletti. Three years of a child that was so good and quiet-perhaps even too-and his father that when a neuropsychiatrist ruled: "your son is attracted more by objects that people" did not find anything at all strange. (Basically, it had been so well for him: he had started talking so late and now she earned her living just talking; then, sooner or later, Tommy would begin to be felt.) Later, with the arrival of adolescence, family things suddenly changed: that child becomes a giant with strong hair, taciturn, sometimes aggressive, often uncontrollable, and Laurie, called into question by his wife discouraged, it turns out-against his will-a parent happily indispensable. "The father of an autistic usually flees. When does not flee, over time he and his son become inseparable twins. Tommy is my shadow "says Nicoletti. "And an Oracle to listen standing firm, and without much disentangling. doing it shake on our steps. Much more interesting is breathing and try to steal something of his secret of motionless serenity. " And then there's the bittersweet story, always frank and disenchanted, to a small universe daily ...

Informazioni bibliografiche del Libro

Promozione Il libro "Una notte ho sognato che parlavi. Così ho imparato a fare il padre di mio figlio autistico" su Unilibro.it è nell'offerta di libri scontati Migliaia di LIBRI in Sconto -15%

 Recensioni Scrivi la tua recensione del libro "Una notte ho sognato che parlavi. Così ho imparato a fare il padre di mio figlio autistico"

 Recensioni Scrivi la tua recensione del libro "Una notte ho sognato che parlavi. Così ho imparato a fare il padre di mio figlio autistico"