ricerca
avanzata

Genjokoan. Una chiave per la comprensione dello «Shobogenzo» di Dogen

di Shohaku Okomura edito da Astrolabio Ubaldini, 2012

  • Prezzo di Copertina: € 22,00
  • € 18,70
  • Risparmi il 15% (€ 3,30)

Informazioni bibliografiche del Libro

 

Genjokoan. Una chiave per la comprensione dello «Shobogenzo» di Dogen: Opera imprescindibile per la comprensione del pensiero di Dogen Zenji, il grande maestro giapponese del XIII secolo a cui va il merito di aver trasmesso e diffuso in Giappone la scuola zen Soto, il Genjokoan è stato scritto nel 1233, pochi anni dopo il ritorno del maestro dalla Cina, e rivisto nel 1252, un anno prima della morte, quando fu incluso nello Shobogenzo come primo capitolo. Nato come una lettera a un discepolo laico, il Genjokoan esprime l'essenza della pratica e della realizzazione zen della realtà in poche pagine illuminanti, che basterebbero da sole ad attestare il rango superiore di Dogen come filosofo e poeta. La traduzione e il commento minuzioso di Shohaku Okumura, frutto di trentacinque anni di studio, riflessione e pratica, gettano una luce inedita sul testo, spiegandolo sia dal punto di vista linguistico (se necessario con l'ausilio degli ideogrammi per spiegare il significato esatto di un termine usato da Dogen), sia dal punto di vista della pratica, con ampi riferimenti ad altri capitoli dello Shobogenzo e ad altri scritti di Dogen, come Hokyoki, il diario dei suoi dialoghi con il maestro cinese Rujing, o il Fukanzazengi. Di grandissimo interesse per tutti i praticanti e gli studiosi di zen è inoltre l'ampia descrizione del contesto storico e religioso del Giappone agli inizi del periodo Kamakura: dalle lotte tra i monasteri ai grandi fermenti religiosi da cui ebbe origine la ricerca spirituale del giovane Dogen, in patria e quindi in Cina.
An essential work for understanding the thought of Dogen Zenji, the great Japanese master of the 13th century that has the merit of having transmitted and spread to Japan the Soto zen school, the Genjokoan was written in 1233, a few years after the return of the master from China, and revised in 1252, a year before his death, when it was included in the Shobogenzo as the first chapter. Born as a letter to a lay disciple, the Genjokoan expresses the essence of zen practice and realization of reality in a few pages, that would be enough alone to attest to the top rank of Dogen as a philosopher and poet. The translation and detailed commentary by Shohaku Okumura, the result of thirty years of study, reflection and practice, cast a new light on text, explaining you both from the linguistic point of view (if necessary with the aid of the ideograms to explain the exact meaning of a term used by Dogen), both from the point of view of the practice, with extensive references to other chapters of the Shobogenzo and other writings of Dogen as Hokyoki, the diary of his dialogues with Chinese master Rujing, or the Fukanzazengi. Of great interest to all practitioners and students of zen is also the wide historical and religious context of Japan description in the early Kamakura period: from the fights between monasteries to the great religious ferment from which originated the spiritual quest of young Dogen, at home and then in China.

Promozione Il libro "Genjokoan. Una chiave per la comprensione dello «Shobogenzo» di Dogen" su Unilibro.it è nell'offerta di libri scontati Migliaia di LIBRI in Sconto -15%

 Recensioni Scrivi la tua recensione del libro "Genjokoan. Una chiave per la comprensione dello «Shobogenzo» di Dogen"

 Recensioni Scrivi la tua recensione del libro "Genjokoan. Una chiave per la comprensione dello «Shobogenzo» di Dogen"