ricerca
avanzata

La fatalità della guerra e la volontà di vincerla. Classe dirigente liberale, istituzioni e opinione pubblica

di Pace R. (cur.) edito da Rubbettino, 2019

  • Prezzo di Copertina: € 20,00
  • € 19,00
  • Risparmi il 5% (€ 1,00)

Informazioni bibliografiche del Libro

 

La fatalità della guerra e la volontà di vincerla. Classe dirigente liberale, istituzioni e opinione pubblica: La Grande Guerra fu una questione di vita o di morte per la classe politica liberale. Sia al momento dell'ingresso dell'Italia nel conflitto, sia dopo Caporetto il 'mondo liberale' si divise, ma la spaccatura tra giolittismo e antigiolittismo non è sovrapponibile a quella tra neutralismo e interventismo: quest'ultimo rappresentò un nuovo cleavage che passò non solo all'interno della classe politica, ma nell'intera società italiana. La guerra, inoltre, portò per la prima volta a una nazionalizzazione delle masse, contribuì a innescare un processo di 'emancipazione' delle donne, un grande take over industriale e un significativo progresso tecnologico e realizzò quell'unità territoriale che era un'aspirazione dei padri fondatori del Risorgimento. Furono risultati che ebbero tuttavia un prezzo molto alto. Le fratture dell'unità nazionale, che già durante la guerra si erano manifestate, deflagrarono subito dopo, prendendo forma sociale, politica ed istituzionale. E mutati erano anche i rapporti di forza internazionali. Solo alcuni settori minoritari della classe dirigente liberale avevano presagito questi esiti, ma una consapevolezza dei problemi da affrontare non era maturata. Cosicché, attraverso un complesso processo storico, già avviato dalle vicende della guerra, che sono oggetto delle pagine di questo libro, invece del passaggio dallo Stato liberale alla democrazia liberale, si ebbe l'avvento del fascismo.
The Great War was a matter of life and death for the liberal political class. Both at the time of Italy's entry into the conflict and after Caporetto the 'liberal world' was divided, but the rift between joliitaism and anti-jewelry is not superimposed on that between neutralism and interventionism: the latter represented a new cleavage that passed not only within the political class, but in the entire Italian society. The war also led for the first time to a nationalization of the masses, helped to trigger a process of 'emancipation' of women, a great industrial take over and significant technological progress and realized that territorial unity that was an aspiration of the founding fathers of the Resurgence. They were results that were, however, very high priced. The fractures of national unity, which had already manifested themselves during the war, deflated soon after, taking social, political and institutional form. And international power relations were also changed. Only a few minority sectors of the liberal ruling class had foreshadowed these outcomes, but an awareness of the problems to be addressed had not matured. Thus, through a complex historical process, already initiated by the events of the war, which are the subject of the pages of this book, instead of the transition from the liberal state to liberal democracy, fascism was the advent.

Promozione Il libro "La fatalità della guerra e la volontà di vincerla. Classe dirigente liberale, istituzioni e opinione pubblica" su Unilibro.it è nell'offerta di libri scontati Tantissimi libri in promozione sconto

 Recensioni Scrivi la tua recensione del libro "La fatalità della guerra e la volontà di vincerla. Classe dirigente liberale, istituzioni e opinione pubblica"

Dello stesso autore: Pace R. (cur.)

-5%

Diplomazia multilaterale e interesse nazionale. Dal Congresso di Vienna (1815) all'Atto Finale di Helsinki (1975) e oltre. La tradizione diplomatica italiana libro di Pace R. (cur.)
Diplomazia multilaterale e interesse nazionale. Dal Congresso di Vienna (1815) all'Atto Finale di Helsinki (1975) e oltre. La tradizione diplomatica italiana
libro di Pace R. (cur.) 
edizioni Rubbettino collana Cantieri aperti. Quaderni ISPLI;
€ 12,00
€ 11,40
Potrebbero interessarti anche questi prodotti

-5%

Le menti del doppio Stato. Dagli archivi angloamericani e del Servizio segreto del Pci il perché degli anni di piombo libro di Cereghino Mario Josè Fasanella Giovanni
Le menti del doppio Stato. Dagli archivi angloamericani e del Servizio segreto del Pci il perché degli anni di piombo
libro di Cereghino Mario Josè  Fasanella Giovanni 
edizioni Chiarelettere collana Principioattivo;
disponibilità immediata
€ 19,00
€ 18,05

-5%

Montelupo Fiorentino. 4 novembre 1966. L'alluvione. Ediz. illustrata libro di Bellucci Boreno Borsari Andrea
Montelupo Fiorentino. 4 novembre 1966. L'alluvione. Ediz. illustrata
libro di Bellucci Boreno Borsari Andrea 
edizioni Masso delle Fate collana Storia locale;
disponibilità immediata
€ 15,00
€ 14,25
Valori e ideali risorgimentali nell'emigrazione italiana dal 1870 al 1900 libro di Paterna Claudio
Valori e ideali risorgimentali nell'emigrazione italiana dal 1870 al 1900
libro di Paterna Claudio 
edizioni youcanprint
disponibilità immediata
€ 8,00

-5%

La guerra di Messina 1674-1678. «Chi protegge li ribelli d'altri principi, invita i propri a' ribellarsi» libro di Barbagallo Salvatore
La guerra di Messina 1674-1678. «Chi protegge li ribelli d'altri principi, invita i propri a' ribellarsi»
libro di Barbagallo Salvatore 
edizioni Guida collana Ateneo/Ricerca;
disponibilità immediata
€ 15,00
€ 14,25

-5%

La repubblica delle camicie nere. I combattenti, i politici, gli amministratori, i socializzatori libro di Ganapini Luigi
La repubblica delle camicie nere. I combattenti, i politici, gli amministratori, i socializzatori
libro di Ganapini Luigi 
edizioni Garzanti collana Gli elefanti. Storia;
disponibilità immediata
€ 16,00
€ 15,20
Sorrento in guerra 1915-18 1940-45 libro di Cuomo Antonino
Sorrento in guerra 1915-18 1940-45
libro di Cuomo Antonino 
edizioni Longobardi
disponibilità immediata
€ 8,00

 Recensioni Scrivi la tua recensione del libro "La fatalità della guerra e la volontà di vincerla. Classe dirigente liberale, istituzioni e opinione pubblica"