ricerca
avanzata

Dalla mondovisione alla endovisione. Pratiche e formati dello spazio televisivo

di Padula M. (cur.) Baggio G. (cur.) edito da ETS, 2017

  • Prezzo di Copertina: € 10,00
  • € 8,50
  • Risparmi il 15% (€ 1,50)

Informazioni bibliografiche del Libro

 

Dalla mondovisione alla endovisione. Pratiche e formati dello spazio televisivo: 1967, 25 giugno: si accende il satellite nei cinque continenti (26 paesi circa) con Our World, prima produzione televisiva in diretta. I Beatles, Maria Callas, Pablo Picasso, solo per citarne alcuni, entrarono così nelle case di circa settecento milioni di telespettatori con le loro produzioni e i loro racconti per circa due ore e mezza di trasmissione. Il progetto, pensato dalla BBC in collaborazione con l'European Broadcasting Union, è stato realizzato in dieci mesi di lavoro e ha visto il coinvolgimento di circa diecimila tra tecnici, produttori e interpreti. Per l'occasione i titoli di testa furono stati accompagnati dal tema Our World cantato in 22 lingue diverse dai Piccoli Cantori di Vienna e la CBC Television Canada intervistò il guru dei media studies Marshall McLuhan in una sala di controllo della televisione di Toronto. Da quel momento in poi, la televisione «introdusse» con più forza «a ogni istante nello chez moi Paltrove e il mondiale» (Derrida): ciascun telespettatore si trovò proiettato insieme agli altri in un medesimo luogo che differisce da quello abitato permettendo ai soggetti di raggiungere in tempo reale uno spazio di suoni e immagini di cui, seppur distanti, si diviene testimoni diretti. Nel 50° anniversario di questo primo esperimento in mondovisione, il presente volume prova, dunque, a chiedersi com'è cambiato il modo di fare televisione a partire da quell'evento e come sono mutate le esperienze della visione: da una dimensione mondiale e generalista a un'endovisione, ossia a un approccio interiore e personalizzato attraverso la molteplicità dei di
1967, June 25: turns the satellite on five continents (26 countries) with Our World, first production television. The Beatles, Maria Callas, Pablo Picasso, to name a few, so the homes of about seven hundred million viewers with their productions and their stories for about two and a half hours of transmission. The project, designed by the BBC in association with the European Broadcasting Union, was built in ten months of work and involving some 10,000 technicians, producers and performers. For the occasion the opening credits were accompanied by Our World theme sung in 22 different languages by the Vienna Boys ' choir and the CBC Television media guru Marshall McLuhan studies Canada interviewed in a television control room in Toronto. From then on, the television "introduced" more forcefully "to every moment in the chez moi Paltrove and global" (Derrida): each Viewer found himself screened together with others in the same place that differs from the one inhabited by allowing individuals to achieve real-time sound and space images, albeit distant, we become direct witnesses. In the 50 years anniversary of this first experiment worldwide, this volume test, then, to wonder how it changed the way they do television starting from that event and how they have changed the experience of vision: from a global dimension and generalist in a endovisione, or an inner approach and customized through many of

Promozione Il libro "Dalla mondovisione alla endovisione. Pratiche e formati dello spazio televisivo" su Unilibro.it è nell'offerta di libri scontati Migliaia di LIBRI in Sconto -15%

 Recensioni Scrivi la tua recensione del libro "Dalla mondovisione alla endovisione. Pratiche e formati dello spazio televisivo"

 Recensioni Scrivi la tua recensione del libro "Dalla mondovisione alla endovisione. Pratiche e formati dello spazio televisivo"