ricerca
avanzata

Canale Mussolini

di Antonio Pennacchi edito da Mondadori, 2010

Informazioni bibliografiche del Libro

 

La fabula è interessante, perché si basa su una storia che viene raccontata poco. Al di là delle paludi pontine, dello spazio e del tempo specifici, però, quello che è universale è lo sfruttamento dei poveri da parte dei ricchi, incarnati nei conti Zorzi Vila, maledetti in eterno da tutte le generazioni dei Peruzzi, il clan protagonista del libro. Le vicende sono narrate dal punto di vista di quelli che ora sarebbero definiti “cattivi”, cioè una famiglia fascista; in realtà, la guerra non è tanto tra rossi e neri, tra tedeschi e americani, ma tra i poveri e la povertà stessa. L’etichetta di rosso o nero si cambia quando cambiano i tempi, è la fatica che resta, maledetti siano sempre i Zorzi Vila… Quello che non mi convince di questo romanzo, è la voce narrante (si scoprirà solo alla fine di chi è). Dovrebbe rispecchiare un retroterra contadino, lo si capisce da certe sparate e dal punto di vista che espone, tuttavia ci sono innesti di latino, greco, inglese, parole ricercate (una su tutte: coorte), storia, geografia che mi sembrano degli intrusi, anche se pronunciati da un prete che, magari, li ha studiati al seminario, ma che non mi pare verosimile li utilizzi così spesso in una lingua che dovrebbe avvicinarsi a quella parlata; e non mi pare verosimile in un personaggio che alla fine giustifica tutti (chissà perché soffro del pregiudizio che chi ha studiato dovrebbe saper prendere posizione…). Ad un certo punto mi nomina anche Ezra Pound… ma insomma, decidici!

Recensione Unilibro a cura di serena.gobbo

 Recensioni Scrivi la tua recensione del libro "Canale Mussolini"

Sono disponibili anche queste edizioni di

Canale Mussolini libro di Pennacchi Antonio
Canale Mussolini
Pennacchi Antonio
edizioni Mondadori
Oscar contemporanea
, 2013
disponibile 3/5 gg
€ 12,00
Canale Mussolini libro di Pennacchi Antonio
Canale Mussolini
Pennacchi Antonio
edizioni Mondadori
Oscar contemporanea
, 2016
disponibile 3/5 gg
€ 12,00

-15%

Canale Mussolini. Parte seconda libro di Pennacchi Antonio
Canale Mussolini. Parte seconda
Pennacchi Antonio
edizioni Mondadori
Scrittori italiani e stranieri
, 2015
disponibile 3/5 gg
€ 22,00
€ 18,70
Canale Mussolini. Parte seconda libro di Pennacchi Antonio
Canale Mussolini. Parte seconda
Pennacchi Antonio
edizioni Mondadori
Oscar 451
, 2018
disponibile 3/5 gg
€ 14,00
Dello stesso autore: Pennacchi Antonio

-15%

Il delitto di Agora. Una nuvola rossa libro di Pennacchi Antonio
Il delitto di Agora. Una nuvola rossa
libro di Pennacchi Antonio 
edizioni Mondadori collana Scrittori italiani e stranieri;
disponibile 3/5 gg
€ 18,00
€ 15,30
Canale Mussolini. Parte seconda libro di Pennacchi Antonio
Canale Mussolini. Parte seconda
libro di Pennacchi Antonio 
edizioni Mondadori collana Oscar 451;
disponibile 3/5 gg
€ 14,00
Il fasciocomunista libro di Pennacchi Antonio
Il fasciocomunista
libro di Pennacchi Antonio 
edizioni Mondadori collana Oscar 451;
disponibile 3/5 gg
€ 13,50
Canale Mussolini libro di Pennacchi Antonio
Canale Mussolini
libro di Pennacchi Antonio 
edizioni Mondadori collana Oscar contemporanea;
disponibile 3/5 gg
€ 12,00
Storia di Karel libro di Pennacchi Antonio
Storia di Karel
libro di Pennacchi Antonio 
edizioni Bompiani collana I grandi tascabili;
disponibile 3/5 gg
€ 14,00

-15%

Canale Mussolini. Parte seconda libro di Pennacchi Antonio
Canale Mussolini. Parte seconda
libro di Pennacchi Antonio 
edizioni Mondadori collana Scrittori italiani e stranieri;
disponibile 3/5 gg
€ 22,00
€ 18,70
Potrebbero interessarti anche questi prodotti

-55%

Acciaio libro di Avallone Silvia
Acciaio
libro di Avallone Silvia 
edizioni Rizzoli collana Scala italiani;
disponibile 3/5 gg
€ 18,00
€ 8,10

-10%

Accanto alla tigre libro di Pavolini Lorenzo
Accanto alla tigre
libro di Pavolini Lorenzo 
edizioni Fandango Libri collana Galleria Fandango;
disponibile 3/5 gg
€ 16,50
€ 14,85

-15%

Sono comuni le cose degli amici libro di Nucci Matteo
Sono comuni le cose degli amici
libro di Nucci Matteo 
edizioni Ponte alle Grazie collana Romanzi;
disponibile 3/5 gg
€ 14,50
€ 12,33

-10%

Fascio e martello. Viaggio per le città del duce libro di Pennacchi Antonio
Fascio e martello. Viaggio per le città del duce
libro di Pennacchi Antonio 
edizioni Laterza collana Economica Laterza;
disponibile 3/5 gg
€ 14,00
€ 12,60
Accabadora libro di Murgia Michela
Accabadora
libro di Murgia Michela 
edizioni Einaudi collana Supercoralli;
disponibile 3/5 gg
€ 18,00

-20%

Hanno tutti ragione libro di Sorrentino Paolo
Hanno tutti ragione
libro di Sorrentino Paolo 
edizioni Feltrinelli collana I narratori;
disponibile 3/5 gg
€ 18,00
€ 14,40

 Recensioni Scrivi la tua recensione del libro "Canale Mussolini"

 
Le Recensioni degli Utenti Unilibro
"Canale Mussolini"
Canale Mussolini
Davide, 2011-08-08
4

Un poema grandioso che, con il respiro delle grandi narrazioni, intreccia le vicende drammatiche e sorprendenti dei suoi protagonisti a quelle, non meno travagliate, di mezzo secolo di storia italiana. Antonio Pennacchi rievoca il passato controverso e insieme epico della nazione, animando ricordi e fantasmi con uno sguardo sempre lucido, ironico e spiazzante, ma soprattutto carico di pietas e profonda commozione per i propri personaggi, per quelle tre generazioni di Peruzzi che combattono con glorioso accanimento contro le sferzate del destino che sembra non concedergli tregua. Un’autentica epopea, un grande romanzo italiano.

"Canale Mussolini"
Canale Mussolini
figacci, 2011-07-31
5

La saga dei Peruzzi al tempo della bonifica delle paludi Pontine.Un racconto straordinario che porta indietro di anni e immerge il lettore nella storia di una famiglia incredibilmente forte e colorita.La vita della famiglia si scontra con le difficoltà dell’epoca e la realtà di una nuova vita da ricostruire altrove.Un libro fantastico che dispiace finisca,si vorrebbe che continuasse all’infinito.Consiglio anche gli altri libri dell’autore.Grandioso nella sua semplicità Stefania

"Canale Mussolini"
Canale Mussolini di A. Pennacchi
Loreta Cerasi, 2011-07-24
3

Antonio Pennacchi, “Canale Mussolini”, Mondadori 2010, pagine 460, € 20,00 “Il romanzo è un affresco corale molto bello, scritto in prima persona dall’autore che si rivolge a un immaginario interlocutore al quale spiega le situazioni, gli accadimenti, le circostanze e le motivazioni coinvolgenti i numerosi personaggi che movimentano il racconto. L’abilità del romanziere nel descrivere le loro caratteristiche e singolarità è tale da consentire al lettore, anche un po’ distratto, il facile riconoscimento dei vari protagonisti e comprimari che animano e vivacizzano la storia. La trama è tessuta sull’esodo imposto dal nascente fascismo a trentamila persone, interi nuclei familiari di contadini e braccianti del nord-est e della Bassa Padana, Veneti, Friulani, Ferraresi, costretti a migrare nel Lazio delle Paludi Pontine attraversate dal Canale Mussolini, la prima opera di risanamento attuata dal regime. La storia dettagliata della bonifica di quei territori acquitrinosi infestati dall’anofele della malaria, la lotta per la sopravvivenza, la competizione, il confronto, la sfida tra i simpatizzanti del fascismo e i sostenitori del sindacato comunista, le dolcezze degli amori e le asperità della vita, le figure dei nonni scolpite poderosamente dalla magistrale penna dell’autore, tutto contribuisce a rendere interessantissima la narrazione che si dipana contemporaneamente all’affermarsi della dittatura e al fiorire delle numerose cittadine create quasi dal nulla e sempre baciate dal sole nel giorno dell’inaugurazione, alla presenza del Duce. Un sottile senso dell’umorismo, accentuato dall’uso sapiente del vernacolo, percorre tutto il romanzo rendendo lieve la lettura e amabile l’ironico tratteggio di Mussolini e dei gerarchi, colti nella loro autentica e greggia umanità.” Loreta Cerasi Mandrelli

"Canale Mussolini"
dady, 2011-05-31
4

Il libro è veramente bello, una volta iniziato non vorresti più smettere fino alla fine!

"Canale Mussolini"
canale mussolini
serena.gobbo, 2010-11-22
4

La fabula è interessante, perché si basa su una storia che viene raccontata poco. Al di là delle paludi pontine, dello spazio e del tempo specifici, però, quello che è universale è lo sfruttamento dei poveri da parte dei ricchi, incarnati nei conti Zorzi Vila, maledetti in eterno da tutte le generazioni dei Peruzzi, il clan protagonista del libro. Le vicende sono narrate dal punto di vista di quelli che ora sarebbero definiti “cattivi”, cioè una famiglia fascista; in realtà, la guerra non è tanto tra rossi e neri, tra tedeschi e americani, ma tra i poveri e la povertà stessa. L’etichetta di rosso o nero si cambia quando cambiano i tempi, è la fatica che resta, maledetti siano sempre i Zorzi Vila… Quello che non mi convince di questo romanzo, è la voce narrante (si scoprirà solo alla fine di chi è). Dovrebbe rispecchiare un retroterra contadino, lo si capisce da certe sparate e dal punto di vista che espone, tuttavia ci sono innesti di latino, greco, inglese, parole ricercate (una su tutte: coorte), storia, geografia che mi sembrano degli intrusi, anche se pronunciati da un prete che, magari, li ha studiati al seminario, ma che non mi pare verosimile li utilizzi così spesso in una lingua che dovrebbe avvicinarsi a quella parlata; e non mi pare verosimile in un personaggio che alla fine giustifica tutti (chissà perché soffro del pregiudizio che chi ha studiato dovrebbe saper prendere posizione…). Ad un certo punto mi nomina anche Ezra Pound… ma insomma, decidici!

"Canale Mussolini"
A filò coi Peruzzi
gaialodovica, 2010-09-07
5

"Canale Mussolini" mi ha colpita fin da subito: parliamo la stessa lingua, quel dialetto veneto misto ferrarese che farebbe inorridire Goldoni. Ecco, già trovare un libro "parlato" fa impressione, se poi parla come tu pensi, in dialetto, in dialetto sporco perché sei nato a cavallo del Po, settanta chilometri da Ferrara e duecento metri dal Veneto... oh, ragazzi miei, volete mettere lo shock? Così, in questo filò alla vecchia maniera, si parla di poveracci, di fame, di Italia, di storia in grande che si insinua cattiva tra le pieghe della vita dei piccoli. Insomma, roba che nemmeno le telenovelas brasiliane! "Canale Mussolini" ti sbatte coi Peruzzi, e la fame, nell’Agro Pontino: asciutto, almeno ora, dopo che ci avevano provato in tanti. Con loro i mariti e le nuore, una famiglia che cresce a vista d’occhio, dove i figli di uno hanno l’età dei nipoti dell’altro e i vecchi la fanno da padrone. Madonna, una tribù, roba che noi abbiamo dimenticato, come se la famiglia Bradford l’avessero inventata in tivù! E poi si parla di Copparo, dove vivo, e di Codigoro, dove sono nata. Sì, certo, si parla moltissimo dell’Agro Pontino, ma le radici sono rimaste là, da dove sono scappati per non crepare di fame. Certe cose me le ricordavo, non perché io abbia qualche parentela coi Peruzzi, o forse sì, da queste parti siamo tutti imparentati in qualche modo. In realtà la nonna di mio marito, figlia di mezzadri a San Martino, a uno sputo in bicicletta da Ferrara, mi ha raccontato cose assai simili: perché la fame è universale e l’Emilia sulla terra e la fatica ci ha sempre faticosamente campato. Ecco, forse, cosa mi ha lasciato questo libro: ricordi più che scoperte, i ricordi dei filò con nonna Luisa. Una storia d’Italia che, lasciatemelo dire, nemmeno quella di Montanelli era così piacevole da leggere. Non c’è grossa distinzione tra rossi e neri, vinti e vincitori, alla fine tutti vincono... persino i morti. Vi sembra poco?

"Canale Mussolini"
Canale Mussolini di Antonio Pennacchi
casben, 2010-07-26
4

Originale per com’è stato scritto, in prima persona da un parente della famiglia Peruzzi che solo alla fine si saprà chi è. Penso che il libro sia un po’ di parte, nel senso che la bonifica è stata vista dal punto di vista dei coloni veneti-friulani-emiliani (i cispadani) e non dalla gente locale dei monti Lepini (i marocchini). In ogni caso non mi sembra, visto che io vivo nei luoghi dove è ambientata la storia del libro, che gli indigeni odiassero i coloni a tal punto che "pregavano Dio che malaria li ammazzassero" com’è riportato sul libro. A parte ciò, questo libro coinvolge il lettore nelle avventure e storie della famiglia Peruzzi, con dialoghi in dialetto veneto ed emiliano, descrivendo un periodo storico dell’Italia che va dalla fine del 1800 fino oltre alla seconda guerra mondiale.

Visualizza tutti i commenti a Canale Mussolini