ricerca
avanzata

Dimostrazioni epistemiche dell'esistenza di Dio. Fondamenti di scienza dimostrativa

di Giulio Portolan edito da Aracne, 2019

Informazioni bibliografiche del Libro

 

Dimostrazioni epistemiche dell'esistenza di Dio. Fondamenti di scienza dimostrativa: La ricerca epistemica, fondata sullo schema quadripartito ("ritorno a Platone"), ha potuto formulare più di 240 argomenti dell'esistenza di Dio. Essi non sono "troppi" ma sono adeguati al tempo attuale rispetto alla riformulazione epistemica della metafisica classica occidentale. L'episteme tenta una dimostrazione scientifica dell'esistenza di Dio, anche riprendendo e riformulando gli argomenti tomistici. Ciò viene fatto alla luce dell'episteme: un sistema di pensiero che, nel presupporre Dio come centro della realtà soprannaturale, co-eterna al Creatore e vincolo a lui nel processo creativo, con ciò lo dimostra esistente perché Dio non viene inteso come il principio primo di tutta la realtà, presupposto di essa inconoscibile e indimostrabile, ma come struttura "interna" dell'essere necessario, l'esistenza di questo dimostrata (anapoditticamente) dal principio parmenideo ("l'essere è e non può non essere"). Come parte dell'essere necessario, Dio esiste in quanto da questo posto come soggetto necessario dotato delle caratteristiche divine: soggettività, personalità, vita, coscienza, autocoscienza, spirito e corporeità. La riforma epistemica del tomismo consiste nella distinzione tra Dio e essere, e nel porre il primo come stadio ultimo dell'evoluzione (eterna) del secondo: la dimostrazione di Dio è quindi costituita dell'analisi scientifica della struttura dell'essere.
Epistemic research, based on the four-party scheme ("return to Plato"), has been able to formulate more than 240 topics of God's existence. They are not "too many" but are adapted to the current time compared to the epistemic reformulation of classical Western metaphysics. The episteme attempts a scientific demonstration of God's existence, even taking up and reframing the tomistic arguments. This is done in the light of the episteme: a system of thought that, in presuming God as the center of supernatural reality, co-eternal to the Creator and bonding with him in the creative process, with this proves it existing because God is not understood as the first principle of all reality, an unknowable and undiscable state of reality, but as an "internal" structure of being necessary, the existence of this demonstrated (anapoditically) by the Parmenide principle ("being is and cannot not be"). As part of being necessary, God exists because from this place as a necessary subject endowed with divine characteristics: subjectivity, personality, life, consciousness, self-consciousness, spirit and bodily. The epistemic reform of tomism consists in the distinction between God and being, and in placing the former as the ultimate stage of the (eternal) evolution of the second: the demonstration of God is therefore constituted by the scientific analysis of the structure of being.

 Recensioni Scrivi la tua recensione del libro "Dimostrazioni epistemiche dell'esistenza di Dio. Fondamenti di scienza dimostrativa"

Dello stesso autore: Portolan Giulio

 Recensioni Scrivi la tua recensione del libro "Dimostrazioni epistemiche dell'esistenza di Dio. Fondamenti di scienza dimostrativa"