ricerca
avanzata

Il Midollo del leone. Riflessioni sulla crisi della politica

di Alfredo Reichlin edito da Laterza, 2010

Informazioni bibliografiche del Libro

 

Dove va e che futuro avrà la sinistra italiana? Cercando di dare una risposta a questo, invero arcano, interrogativo, Alfredo Reichlin ripercorre la propria vita di politico ed intellettuale della sinistra nostrana. Reichlin propende per una nuova, ed ardua, sfida che l’italica gauche si trova ad affrontare, una sorta di rifondazione a tutto tondo per gli eredi Gramsci e c. Troppo appiattiti su politiche liberali nel recente passato, i democratici devono altresì evitare di tornare alle teorie del PCI, secondo Reichlin errate nel passato, figurarsi al presente. L’autore ha seguito passo passo l’intera trafila (non certo indolore) degli ex comunisti italiani (PCI, PDS, DS ed ora PD), passando da Togliatti a Bersani: non a caso proprio l’attuale segretario dei democratici appena nominato in tale ruolo ha abbracciato per primo proprio l’autore di questo libro. Reichlin militò nell’ala "di sinistra" dei comunisti italiani, ossia fu un cosiddetto ingraiano e occupò anche il ruolo di direttore dell’Unità, cercando di fare del quotidiano di Botteghe Oscure una sorta di Corriere della Sera del proletariato (come da togliattiana intenzione). Favorevole alla nascita del Partito Democratico, Reichlin mischia attualità a storia passata, con l’intento di capire chi si era per comprendere dove si debba andare. In sostanza si tratta di trovare un profilo nuovo a questo partito, un profilo che sappia affrontare le difficili sfide del presente. Un compito non semplice, ma che va compiuto quanto prima onde evitare che il progetto democratico approdi ad un naufragio anzichè verso una forza riformista.

Recensione Unilibro a cura di slor

 Recensioni Scrivi la tua recensione del libro "Il Midollo del leone. Riflessioni sulla crisi della politica"

Dello stesso autore: Reichlin Alfredo

-15%

La mia Italia. La Republica, la sinistra, la bellezza della politica libro di Reichlin Alfredo
La mia Italia. La Republica, la sinistra, la bellezza della politica
libro di Reichlin Alfredo 
edizioni Donzelli collana Saggine;
€ 18,00
€ 15,30

-15%

Riprendiamoci la vita. Lettera ai nipoti libro di Reichlin Alfredo
Riprendiamoci la vita. Lettera ai nipoti
libro di Reichlin Alfredo 
edizioni Eir
€ 12,00
€ 10,20

-15%

Ieri e domani. Memoria e futuro della sinistra libro di Reichlin Alfredo
Ieri e domani. Memoria e futuro della sinistra
libro di Reichlin Alfredo 
edizioni Passigli collana Il filo rosso;
€ 14,90
€ 12,67
La storia non è finita. Lettera ai nipoti libro di Reichlin Alfredo
La storia non è finita. Lettera ai nipoti
libro di Reichlin Alfredo 
edizioni Castelvecchi collana Radar;
€ 12,50
Potrebbero interessarti anche questi prodotti
La città del lavoro. Sinistra e crisi del fordismo libro di Trentin Bruno Ariemma I. (cur.)
La città del lavoro. Sinistra e crisi del fordismo
libro di Trentin Bruno  Ariemma I. (cur.) 
edizioni Firenze University Press collana Studi e saggi;
disponibilità immediata
€ 16,90

 Recensioni Scrivi la tua recensione del libro "Il Midollo del leone. Riflessioni sulla crisi della politica"

 
Le Recensioni degli Utenti Unilibro
"Il Midollo del leone. Riflessioni sulla crisi della politica"
slor, 2010-08-27
4

Dove va e che futuro avrà la sinistra italiana? Cercando di dare una risposta a questo, invero arcano, interrogativo, Alfredo Reichlin ripercorre la propria vita di politico ed intellettuale della sinistra nostrana. Reichlin propende per una nuova, ed ardua, sfida che l’italica gauche si trova ad affrontare, una sorta di rifondazione a tutto tondo per gli eredi Gramsci e c. Troppo appiattiti su politiche liberali nel recente passato, i democratici devono altresì evitare di tornare alle teorie del PCI, secondo Reichlin errate nel passato, figurarsi al presente. L’autore ha seguito passo passo l’intera trafila (non certo indolore) degli ex comunisti italiani (PCI, PDS, DS ed ora PD), passando da Togliatti a Bersani: non a caso proprio l’attuale segretario dei democratici appena nominato in tale ruolo ha abbracciato per primo proprio l’autore di questo libro. Reichlin militò nell’ala "di sinistra" dei comunisti italiani, ossia fu un cosiddetto ingraiano e occupò anche il ruolo di direttore dell’Unità, cercando di fare del quotidiano di Botteghe Oscure una sorta di Corriere della Sera del proletariato (come da togliattiana intenzione). Favorevole alla nascita del Partito Democratico, Reichlin mischia attualità a storia passata, con l’intento di capire chi si era per comprendere dove si debba andare. In sostanza si tratta di trovare un profilo nuovo a questo partito, un profilo che sappia affrontare le difficili sfide del presente. Un compito non semplice, ma che va compiuto quanto prima onde evitare che il progetto democratico approdi ad un naufragio anzichè verso una forza riformista.