ricerca
avanzata

Il ministero della suprema felicità

di Arundhati Roy edito da Guanda, 2017

  • Prezzo di Copertina: € 20,00
  • € 15,00
  • Risparmi il 25% (€ 5,00)

Il ministero della suprema felicità: è il libro più atteso dell'anno «Il 2017 segna l'atteso ritorno di una delle scrittrici indiane più amate» «Due decenni dopo il celebrato Dio delle piccole cose, il secondo romanzo di Arundhati Roy, ambizioso e originale, fonde brutalità e tenerezza, risonanza mitica e materia da prima pagina di giornale» - Il ministero della suprema felicità ci accompagna in un lungo viaggio nel vasto mondo dell’India: dagli angusti quartieri della vecchia Delhi agli scintillanti centri commerciali della nuova metropoli, fino alle valli e alle cime innevate del Kashmir dove la guerra è pace, la pace è guerra e occasionalmente viene dichiarato lo «stato di normalità» Anjum, nuova incarnazione di Aftab, srotola un consunto tappeto persiano nel cimitero cittadino che ha eletto a propria dimora A little girl suddenly appears on a sidewalk, just after midnight, in a crib The enigmatic s Tilottama is a strong presence but is also a bitter absence in the lives of three men who loved: among them Musa, whose fate is inextricably intertwined Painful history of feelings and together vibrant protest, the Ministry of the supreme happiness winds through cries and whispers, between tears and smiles Its heroes, broken from reality in which they live, saving thanks to a cure made by acts of love and hope And it is for this reason that, despite their fragility, don't give up This deeply human history has reinvented what a novel can do and can be, and narrative skills of each page reaffirms Arundhati Roy

Informazioni bibliografiche del Libro

Promozione Il libro "Il ministero della suprema felicità" su Unilibro.it è nell'offerta di libri scontati Scopri il catalogo Guanda: oltre 1.500 bestseller in promozione!

 Recensioni Scrivi la tua recensione del libro "Il ministero della suprema felicità"

 Recensioni Scrivi la tua recensione del libro "Il ministero della suprema felicità"