ricerca
avanzata

Religione e vita pubblica nell'Inghilterra del '700. Le avventure di Benjamin Hoadly

di Guglielmo Sanna edito da Franco Angeli, 2012

Informazioni bibliografiche del Libro

 

Religione e vita pubblica nell'Inghilterra del '700. Le avventure di Benjamin Hoadly: Il Toleration Act proclamato nel 1689 dal parlamento inglese viene esibito come il clou dell'affermazione della libertà religiosa e della laicizzazione della sfera morale e della vita pubblica. Ma a ben vedere le intricate fasi della transizione dalla gloriosa rivoluzione alla successione hannoveriana impressero alla società d'oltremanica una fisionomia più articolata di quanto fossero solite rappresentare le vecchie agiografie whig. A questa travagliata fase dell'esperienza britannica sei-settecentesca appartengono le avventure del vescovo Benjamin Hoadly e di un piccolo seguito di ecclesiastici anglicani agguerriti sostenitori del suo messaggio latitudinario. Le contrapposte ipoteche ideologiche sono state concordi nel restituircene un'immagine per molti versi distorta. In realtà, Hoadly non fu mai un antesignano del moderno pluralismo religioso come gli studiosi d'ispirazione liberale lo hanno spesso esibito. Egli non fu però neanche quel traditore dell'establishment ecclesiastico che la storiografia più conservatrice insiste ancora oggi a dipingere. Il presule d'oltremanica auspicava la riconciliazione tra le principali denominazioni protestanti inglesi, mentre le sue opere, lungi dal poter essere etichettate univocamente, raccoglievano suggestioni provenienti da ambiti diversi, ed erano espressione di una sensibilità filantropica legata ai nuovi ideali pietistici del secolo dei Lumi.
The Toleration Act proclaimed in 1689 by the English Parliament is performed as the highlight of the affirmation of religious freedom and secularization of moral sphere and public life. But in hindsight the intricate steps of the transition from the glorious revolution to the Hanoverian succession imparted to society across the channel a more articulate than they were usual represent the old whig hagiographies. In this troubled phase of British experience six eighteenth century belong the adventures of Bishop Hoadly and a small retinue of Anglican clergymen fierce supporters of his latitudinario message. The opposing ideological mortgages were in agreement in restituircene an image in many ways distorted. In fact, Hoadly was never a forerunner of the modern religious pluralism as liberal-inspired scholars have often performed. He was not even his Betrayer ecclesiastical establishment that historiography more conservative still insists to paint. The prelate channel called for reconciliation between the main Protestant denominations British, while his works, far from being able to be labelled unequivocally, gathered suggestions from different areas, and they were an expression of a philanthropic sensitivity linked to new ideals pietistici of the age of enlightenment.

 Recensioni Scrivi la tua recensione del libro "Religione e vita pubblica nell'Inghilterra del '700. Le avventure di Benjamin Hoadly"

Dello stesso autore: Sanna Guglielmo
Il Craftsman. Giornalismo e cultura politica nell'Inghilterra del Settecento libro di Sanna Guglielmo
Il Craftsman. Giornalismo e cultura politica nell'Inghilterra del Settecento
libro di Sanna Guglielmo 
edizioni Franco Angeli collana La società moderna e contemp. Anal.contr.;
€ 32,00
Potrebbero interessarti anche questi prodotti
I grandi iniziati libro di Schuré Édouard
I grandi iniziati
libro di Schuré Édouard 
edizioni Cerchio della Luna
disponibilità immediata
€ 13,80

 Recensioni Scrivi la tua recensione del libro "Religione e vita pubblica nell'Inghilterra del '700. Le avventure di Benjamin Hoadly"