ricerca
avanzata

Il maiale è il nostro maestro. Animali ed ebrei un rapporto lacerato

di Valentina Sereni Delfina Piu edito da Mimesis, 2014

  • Prezzo di Copertina: € 22,00
  • € 20,90
  • Risparmi il 5% (€ 1,10)

Informazioni bibliografiche del Libro

 

Il maiale è il nostro maestro. Animali ed ebrei un rapporto lacerato: La dicotomia fra uomo e natura non esiste nell'ebraismo: esso celebra il creato con le sue creature, fra le quali l'uomo, un cantico alla genesi della diversità. L'ebraismo persegue l'equità ambientale e sociale, comanda il riposo della terra, degli animali e degli uomini, ordina la condivisione delle risorse e la periodica ridistribuzione della terra, vieta di far soffrire gli animali e di affliggerli nel lavoro, di mescolare le specie, di distruggere la diversità biologica; proibisce di mangiare membra e sangue di un animale vivo, dispone regole alimentari con cui salvaguarda le specie, insegna a nutrirsi dei frutti della terra, ordina la distribuzione delle risorse secondo le necessità di ciascuna creatura, vieta la proprietà privata della terra, impone un limite allo sfruttamento dell'ambiente, ordina di combattere la povertà e di esercitare la scarsità da contrapporre allo sfruttamento intensivo. Molti contravvengono alle disposizioni con la convinzione, errata, che l'uomo sia il dominatore del mondo e il beneficiario unico del suo illimitato sfruttamento. Le conseguenze di questa visione antropocentrica sono disastri ambientali, sociali, economici e crisi. Va ristabilito equilibrio e sobrietà del racconto della creazione e l'equità nella rete delle relazioni. Introduzione di Massimo Pieri.
The dichotomy between man and nature does not exist in Judaism: it celebrates the created with his creatures, including man, a canticle to the genesis of diversity. Judaism pursues environmental and social equity, controls the rest of the Earth, animals and men, order the sharing of resources and the redistribution of land, periodic prohibits hurting animals and afflict them in work, to mix species, to destroy the biological diversity; prohibits eating blood and limbs of a live animal, have dietary rules with which protects the species, teaches eating the fruits of the Earth, order the allocation of resources according to the needs of each creature, prohibits private ownership of land, imposes a limit to the exploitation of the environment, sort of fighting poverty and scarcity as opposed to intensive exploitation. Many provisions contravene with the conviction, wrong, that man is the master of the world and the sole beneficiary of his unlimited exploitation. The consequences of this anthropocentric vision are environmental disasters,, economic and social crisis. VA restored balance and sobriety of the story of creation and equity in the network of relations. Introduction by Massimo Pieri.

Promozione Il libro "Il maiale è il nostro maestro. Animali ed ebrei un rapporto lacerato" su Unilibro.it è nell'offerta di libri scontati Tantissimi libri in promozione sconto

 Recensioni Scrivi la tua recensione del libro "Il maiale è il nostro maestro. Animali ed ebrei un rapporto lacerato"

 Recensioni Scrivi la tua recensione del libro "Il maiale è il nostro maestro. Animali ed ebrei un rapporto lacerato"