ricerca
avanzata

Traditi, sottomessi, invasi. L'estinzione di un popolo senza figli, senza lavoro, senza futuro

di Antonio Socci edito da Rizzoli, 2018

Informazioni bibliografiche del Libro

  • Titolo del Libro: Traditi, sottomessi, invasi. L'estinzione di un popolo senza figli, senza lavoro, senza futuro
  • AutoreAntonio Socci
  • Editore: Rizzoli
  • Collana: Saggi italiani
  • Data di Pubblicazione: 2018
  • Genere: scienze sociali
  • ISBN-10: 8817098191
  • ISBN-13:  9788817098199

 

Traditi, sottomessi, invasi. L'estinzione di un popolo senza figli, senza lavoro, senza futuro: Siamo di fronte a una prospettiva apocalittica: l'estinzione degli italiani, la loro sparizione dalla storia a causa di un crollo demografico che sta diventando irrimediabile. Intanto i nostri politici fischiettano con noncuranza, assorbiti dalla contesa delle poltrone, mentre lasciano che un fiume di migranti, di diversa cultura e religione, sbarchi e si insedi nella penisola e mentre, da tempo, hanno deliberato una cessione di poteri che fa venir meno l'indipendenza nazionale e la sovranità popolare. Con la sudditanza ai mercati finanziari, con la perdita di sovranità monetaria (per l'euro) e di sovranità politica (per l'Unione europea dopo Maastricht) si è assestato un durissimo colpo allo stato sociale e all'economia italiana e si riduce progressivamente lo stato nazionale a un fantasma. Nel quale infatti gli elettori e i cittadini percepiscono di contare sempre meno. Antonio Socci compie un viaggio nella storia d'Italia mostrando che il tradimento delle élite e la "chiamata dello straniero" hanno "ferito" per molti secoli la nostra storia nazionale. Il popolo italiano ha sempre reagito esprimendo la sua straordinaria genialità, che ha illuminato il mondo in tutti i campi del sapere, della vita e dell'arte (e anche con i suoi santi). Soprattutto la nostra grande letteratura ha tenuto vivi l'identità nazionale e il grido di protesta per i tanti eserciti stranieri che hanno trasformato il "Bel Paese" nel loro campo di battaglia. In particolare ha tenuto desto il senso di appartenenza a una storia millenaria e a un'identità che affonda le sue radici nei popoli italici prer

 Recensioni Scrivi la tua recensione del libro "Traditi, sottomessi, invasi. L'estinzione di un popolo senza figli, senza lavoro, senza futuro"

 Recensioni Scrivi la tua recensione del libro "Traditi, sottomessi, invasi. L'estinzione di un popolo senza figli, senza lavoro, senza futuro"