ricerca
avanzata

La matematica della democrazia. Voti, seggi e parlamenti da Platone ai giorni nostri

di Szpiro George G. edito da Bollati Boringhieri, 2013

Informazioni bibliografiche del Libro

 

La matematica della democrazia. Voti, seggi e parlamenti da Platone ai giorni nostri: "Qual è il candidato che il popolo ha scelto?" La domanda è semplice, ma la risposta non lo è per niente. Fin dalla nascita della democrazia, nella Grecia di 2500 anni fa, ci si è accorti che la distribuzione dei voti e dei delegati di un'assemblea è un problema matematico che in molti casi può portare a soluzioni paradossali. Gestire in maniera "assolutamente giusta" il meccanismo di voto è stato per secoli - e lo è ancora - un problema senza soluzione. Da Platone a Plinio, da Llull a Laplace, Condorcet, Jefferson, von Neumann, Arrow: in tutte le epoche e in ogni tipo di democrazia le menti più raffinate si sono dedicate a risolvere il problema di stabilire in maniera corretta "chi ha vinto"; ma la soluzione si è dimostrata elusiva. Che si scelga il proporzionale puro, il maggioritario con correzioni o qualche altro sistema tra i moltissimi ormai inventati, c'è sempre modo di distorcere il risultato o di arrivare a un vero e proprio paradosso inaggirabile, dove non vince nessuno, vincono tutti o è di fatto impossibile distribuire i seggi equamente. Attraverso esempi storici e spiegazioni matematiche - rese con invidiabile chiarezza e senza bisogno di usare formule -, George Szpiro illustra la storia di questo rompicapo, i personaggi che hanno preso parte al dibattito e le raffinate insidie della matematica della democrazia. D'altra parte è dimostrato che i paradossi sono inevitabili e che ogni meccanismo di voto presenta delle incongruenze e può essere manipolato...
"What is the candidate that the people chose?" The question is simple, but the answer isn't for nothing. Since the birth of democracy, of Greece 2500 years ago, it was realized that the distribution of votes and delegates of an Assembly is a mathematical problem that in many cases can lead to paradoxical solutions. Manage "absolutely right" voting mechanism was for centuries-and still is-a problem with no solution. From Plato to Pliny, from Llull to Laplace, Condorcet, Jefferson, von Neumann, Arrow: in all ages and in every type of democracy's finest minds have dedicated themselves to solve the problem of establishing properly "who won"; but the solution has proved elusive. Whether you choose the pure proportional majority, with corrections or some other system among the many now invented, there is always a way to distort the result or to arrive at a real unavoidable paradox, where nobody WINS, everybody wins, or is in fact impossible to distribute the seats equally. Through historical examples and explanations-math made with enviable clarity and without using formulas-, George Szpiro illustrates the history of this puzzle, the personalities who took part in the debate and the refined perils of mathematics of democracy. On the other hand, it is shown that the paradoxes are unavoidable and that any voting mechanism has some inconsistencies and can be manipulated ...

 Recensioni Scrivi la tua recensione del libro "La matematica della democrazia. Voti, seggi e parlamenti da Platone ai giorni nostri"

Dello stesso autore: Szpiro George G.
L'enigma di Poincaré libro di Szpiro George G.
L'enigma di Poincaré
libro di Szpiro George G. 
edizioni Apogeo Education collana Saggi;
€ 18,00

 Recensioni Scrivi la tua recensione del libro "La matematica della democrazia. Voti, seggi e parlamenti da Platone ai giorni nostri"