ricerca
avanzata

Killing Pablo

di Mark Bowden edito da Rizzoli, 2017

  • Prezzo di Copertina: € 20,00
  • € 17,00
  • Risparmi il 15% (€ 3,00)

Killing Pablo: Migliaia di morti. Una guerra civile senza fine. La discesa verso l'inferno di Pablo Escobar e degli americani che gli hanno dato la caccia | Pablo Escobar è stato il criminale più potente e pericoloso dell’ultimo mezzo secolo. Nato nel 1949 in un sobborgo di Medellín, in Colombia, passò in pochi anni dallo status di piccolo boss locale a quello di signore del narcotraffico planetario. Uccise capi della polizia, giudici, giornalisti, un candidato alla presidenza della Repubblica, si fece eleggere deputato, nel 1989 comparve al settimo posto nella classifica degli uomini più ricchi del mondo, abbatté un aereo di linea, arrivò a combattere una vera guerra non solo con il governo colombiano, ma anche con gli Stati Uniti e la Dea, l’agenzia antidroga statunitense. Quando, nel 1991, negoziò una sorta di armistizio, fu rinchiuso in una “prigione” più simile a una reggia che a un carcere di massima sicurezza (la Catedral: celle come suite di un hotel, piccole cabanas dove appartarsi con le ragazze, bar e discoteca utilizzati anche per ricevimenti di nozze…), da dove continuò a governare il mercato mondiale della cocaina. E quando, un anno dopo, Escobar decise di darsi alla macchia, l’obiettivo dei suoi avversari divenne uno solo: uccidere “il nemico pubblico numero uno”. In questo libro appassionante, Mark Bowden racconta la colossale caccia all’uomo che, dispiegando le più avanzate tecnologie militari e di intelligence, portò i soldati americani della segretissima Delta Force e le squadre speciali della polizia colombiana, agli ordini dell’incorruttibile colonnello Hugo Martinez, a stringere il cerchio attorno a Pablo. La sua storia vera – fondata su documenti segreti, intercettazioni telefoniche, interviste con i protagonisti – è un thriller emozionante, ma anche una parabola sugli inconfessabili intrecci fra potere economico, potere politico e potere criminale.
Thousands of deaths. A civil war without end. The descent into hell of Pablo Escobar and the Americans who hunted | Pablo Escobar was the most powerful and dangerous criminal of the last half century. Born in 1949 in a suburb of Medell??n, Colombia, passed in a few years from being a small local bosses to Lord of drug trafficking. Killed police chiefs, judges, journalists, a candidate for the Presidency of the Republic, he was elected Deputy in 1989 appeared in seventh place in the ranking of the world's richest men, shot down an airliner, came to fight a real war not only with the Colombian Government, but also with the United States and the U.S. drug enforcement agency, Dea. When, in 1991, he negotiated a kind of Armistice, was locked in a "jail" more like a Palace than a maximum security prison (la Catedral: cells as a hotel suite small cabanas where get away with the girls, bars and discotheque also used for wedding receptions ...), from where he continued to rule the world cocaine market. And when, a year later, Escobar decided to take to the Bush, the target of his opponents became one: kill "public enemy number one". In this fascinating book, Mark Bowden tells the massive manhunt that, deploying the most advanced military technology and intelligence, led American soldiers of the secret Delta Force and special teams of Colombian police, under the orders of incorruptible Colonel Hugo Martinez, to tighten the circle around to Pablo. His true story ??? based on secret documents, wiretaps, interviews with the protagonists ??? is an exciting thriller, but also a parable about the shameful weaves between economic power, political power and criminal power.

Informazioni bibliografiche del Libro

Promozione Il libro "Killing Pablo" su Unilibro.it è nell'offerta di libri scontati Scopri tutte le novità appena arrivate #inLibreria!

 Recensioni Scrivi la tua recensione del libro "Killing Pablo"

 Recensioni Scrivi la tua recensione del libro "Killing Pablo"