ricerca
avanzata

Invasione Degli Astromostri (L')

Un film in dvd di  Honda Ishiro  distribuito da Pulp Video, 2010

  • Prezzo di Copertina: € 14,99
  • € 12,99
  • Risparmi il 13% (€ 2,00)

Uno dei migliori daikaiju-eiga (film di mostri giganti) nipponici degli anni ’60 ed uno dei preferiti in assoluto dai ragazzini dell’epoca fra tutti gli episodi della “vecchia serie” (1954-76) di Godzilla. In Italia giunse nell’estate 1970 e divenne in seguito uno dei kaiju-eiga più replicati nei cinemetti parrocchiali. Gli abitanti del misterioso Pianeta X chiedono “in prestito” ai terrestri i mostri Godzilla e Rodan per scacciare il dragone tricefalo King Ghidorah dal loro mondo. Ma, come nel precedente «I Misteriani» (1957), diretto otto anni prima dallo stesso regista, Ishiro Honda (1911-1993), le vere intenzioni degli extraterrestri sono ben altre. Chiaramente ispirato, soprattutto per talune soluzioni scenografiche, a noti film di fantascienza statunitensi del decennio precedente, in particolare «Cittadino dello spazio» (1955) di Joseph M. Newman & Jack Arnold e «La Terra contro i dischi volanti» (1956) di Fred F. Sears. Indispensabile per gli amanti del cinema teratologico giapponese e per ogni ex-ragazzetto nostalgico.

Recensione Unilibro a cura di John Robie

Dettagli del prodotto

Promozione Scopri gli altri articoli della promozione DVD a 12,99 €

 
Le Recensioni degli Utenti Unilibro
"Invasione Degli Astromostri (L')"
L’invasione degli astromostri
John Robie, 2011-11-13
4

Uno dei migliori daikaiju-eiga (film di mostri giganti) nipponici degli anni ’60 ed uno dei preferiti in assoluto dai ragazzini dell’epoca fra tutti gli episodi della “vecchia serie” (1954-76) di Godzilla. In Italia giunse nell’estate 1970 e divenne in seguito uno dei kaiju-eiga più replicati nei cinemetti parrocchiali. Gli abitanti del misterioso Pianeta X chiedono “in prestito” ai terrestri i mostri Godzilla e Rodan per scacciare il dragone tricefalo King Ghidorah dal loro mondo. Ma, come nel precedente «I Misteriani» (1957), diretto otto anni prima dallo stesso regista, Ishiro Honda (1911-1993), le vere intenzioni degli extraterrestri sono ben altre. Chiaramente ispirato, soprattutto per talune soluzioni scenografiche, a noti film di fantascienza statunitensi del decennio precedente, in particolare «Cittadino dello spazio» (1955) di Joseph M. Newman & Jack Arnold e «La Terra contro i dischi volanti» (1956) di Fred F. Sears. Indispensabile per gli amanti del cinema teratologico giapponese e per ogni ex-ragazzetto nostalgico.