ricerca
avanzata

Fantozzi Va In Pensione

Un film in dvd di  Parenti Neri  distribuito da Cecchi gori, 2004

Fantozzi va in pensione è il sesto capitolo della serie dedicata la celebre ragioniere, uscito nel 1988. Il film, come i precedenti, tratta delle disavventure di Ugo Fantozzi ma con una sostanziale differenza: anche per lui è arrivata la tanto agognata pensione e quindi la trama è incentrata sulle sue vicissitudini quotidiane e con il difficile rapporto che ha un pensionato con la vita di tutti i giorni, dopo un’esistenza passata a lavorare. I celebri comprimari comunque non spariscono: Filini e la signorina Silvani fanno capolino qua e là, anche loro pensionati ed alle prese con gli stessi problemi di Fantozzi. Rispetto ai film precedenti si respira un’atmosfera differente: alle tradizionali gag di Villaggio, veri e propri marchi di fabbrica inconfondibili, si unisce una sottile malinconia che rappresenta efficacemente le preoccupazioni e le titubanze della classe media italiana una volta uscita dal circuito produttivo ed avviata alla pensione. È proprio per questo che Fantozzi va in pensione è una spanna sopra agli altri episodi della seria, con la sua sottile vena seriosa che nulla toglie alle risate

Recensione Unilibro a cura di Vipera

Dettagli del prodotto

 
Le Recensioni degli Utenti Unilibro
"Fantozzi Va In Pensione"
Vipera, 2012-03-29
4

Fantozzi va in pensione è il sesto capitolo della serie dedicata la celebre ragioniere, uscito nel 1988. Il film, come i precedenti, tratta delle disavventure di Ugo Fantozzi ma con una sostanziale differenza: anche per lui è arrivata la tanto agognata pensione e quindi la trama è incentrata sulle sue vicissitudini quotidiane e con il difficile rapporto che ha un pensionato con la vita di tutti i giorni, dopo un’esistenza passata a lavorare. I celebri comprimari comunque non spariscono: Filini e la signorina Silvani fanno capolino qua e là, anche loro pensionati ed alle prese con gli stessi problemi di Fantozzi. Rispetto ai film precedenti si respira un’atmosfera differente: alle tradizionali gag di Villaggio, veri e propri marchi di fabbrica inconfondibili, si unisce una sottile malinconia che rappresenta efficacemente le preoccupazioni e le titubanze della classe media italiana una volta uscita dal circuito produttivo ed avviata alla pensione. È proprio per questo che Fantozzi va in pensione è una spanna sopra agli altri episodi della seria, con la sua sottile vena seriosa che nulla toglie alle risate