ricerca
avanzata

Prendere il volo. E-book. Formato PDF

Un ebook di  Bergami Francesca  edito da Narcissus.me, 2013

Ambientato ai nostri giorni si svolge nell’arco di due giornate. Fiammetta è una giovane donna italiana sulla quarantina che vive da alcuni anni all’estero.. Da poco si è separata dal suo compagno. Decide di andare a trascorrere una breve vacanza in Italia, da sua madre. Si sveglia, il mattino del giorno in cui ha deciso di partire per l’Italia, prima di prendere l’aereo trascorre un paio d’ore nel negozio in cui lavora saltuariamente, si reca da un caro amico a bere un caffè e a fare due divertenti chiacchiere, si concede un veloce pranzo in un bar, prepara le valigie, raggiunge l’aeroporto, si imbarca.
La narrazione, condotta in prima persona dalla protagonista, alterna ricordi, monologhi interiori, incontri e dialoghi con alcuni personaggi. Da questi elementi scaturiscono l’universo intimo e le controversie esistenziali di una donna come tante altre che, giunta alla soglia dei quarant’anni, contempla la propria vita (e la vita in generale) cercando di trarne un bilancio. Il conflitto relativo all’abbandono del proprio paese di origine per andare a vivere all’estero è una presenza costante durante l’arco di tutta la narrazione e ne costituisce uno dei motivi guida. Inoltre le piccole e a volte banali circostanze che si susseguono durante il fugace intervallo di tempo di neanche due giornate, e che accompagnano la protagonista dall’inizio alla fine del racconto, forniscono continui spunti per considerazioni su alcune delle questioni che più frequentemente popolano i pensieri di un individuo adulto quali, ad esempio, il timore di invecchiare, le problematiche e i dubbi relativi alla relazione tra uomo e donna, la percezione dell’universo maschile e femminile come due mondi distinti, la nostalgia del passato, la perdita di una persona cara, la voglia di evasione e il desiderio di fuga dalla realtà contingente.
Con una conclusione contrassegnata da un’inattesa dose di serenità e fiducia, quest’opera vuole essere un breve resoconto di quell’età in cui una donna guarda già al passato con disincanto e nostalgia, ma in cui non è assolutamente ancora troppo tardi per abbandonarsi con ottimismo alla vita e lasciarsi cogliere dalle belle sorprese che questa può ancora riservare.

Informazioni bibliografiche