ricerca
avanzata

Eucalipti e gigli di mare. E-book. Formato Mobipocket

Un ebook di  Stefani Mario  edito da Giovane Holden Edizioni, 2014

Ultimi anni della seconda guerra mondiale. Berenice e la sua famiglia si trasferiscono in campagna, a Montalto, per sfuggire ai bombardamenti che incombono sulla capitale. Solo il padre continuerà a lavorare a Roma impossibilitato a lasciare in mani altrui l’impresa di famiglia. Per Berenice la guerra che infuria sul territorio italiano resta come sospesa fino a un tragico avvenimento che la colpisce nei suoi affetti più profondi. Poi, la fine della guerra, il ritorno in città, il tentativo di riprendere una vita normale le appaiono sotto una luce diversa. Anni dopo, tornata a Montalto, in una casetta di legno ubicata sulla spiaggia, isolata, ai margini della macchia mediterranea e di un boschetto di eucalipti, Berenice incontra l’Amore sotto le sembianze di un giovane dagli occhi verdi. Convinta, però, che il loro sia un rapporto impossibile, decide di troncare sul nascere questo sentimento e di trasferirsi all’estero. Lui, intanto, il giovane dagli occhi verdi, conclusi gli studi torna a casa, a Lucca, e cerca di costruirsi un futuro. Ma quando tutto sembra cristallizzato, come una gentile folata di vento, il destino scombina le carte. Al suo quarto romanzo, l’Autore si conferma un profondo conoscitore dell’animo umano. Mario Stefani incanta il Lettore con il suo stile limpido e semplice. Un romanzo incantevole.

Mario Stefani nasce a Cellere (Vt) il 3 dicembre 1938. Il padre, segretario comunale, nei primi mesi del 1940 si trasferisce, con tutta la famiglia, a Lucca. Qui compie gli studi fino alla maturità, conseguita al Liceo Classico. Frequenta la facoltà di Giurisprudenza a Pisa e ottiene la laurea con la votazione di 110 e lode nel 1962. Presta servizio militare nel corpo degli Alpini. Nel 1965 consegue l’abilitazione all’insegnamento e due anni dopo è immesso in ruolo per la cattedra di Discipline Giuridiche ed Economiche. Tra gli istituiti in cui insegna, l’I.T.C. lucchese. Va in pensione il 30 settembre 1998.
Ha pubblicato Finché brilleranno le stelle per Edizioni Nuovi Autori (Milano, 2010), Spighe di grano e papaveri rossi per MDA Edizioni (Treviso, 2011) e Pescatori di fiume e di fragili amori, s.e. (2012).

Informazioni bibliografiche